Mast RE – modular 2 con pedate in legno: personalità e funzionalità

Legno e metallo, un binomio vincente
Profili in acciaio verniciati e pedate in legno chiaro: la scala RE – modular 2 si veste dell’accoglienza e della familiarità del legno mantenendo un’anima forte nell’acciaio della struttura.
La fluidità dell’acciaio scorre lungo tutto il percorso della scala, esaltata dall’assenza di giunti a vista, possibile grazie al nuovo sistema sviluppato appositamente per mantenere la modularità senza rinunciare all’estetica di un profilo pulito.
La scala RE – modular 2 può essere sviluppata in rampe di tipologie differenti, dalle rette alle eliche alle rampe miste, sempre senza ricorrere a quei giunti visibili che danneggiano il piacere estetico della scala.
L’assenza di viti a vista è un’assoluta esclusiva Mast. L’azienda veronese, infatti, cura le proprie realizzazioni nel minimo dettaglio e si muove sempre alla ricerca di soluzioni nuove puntando alla massima godibilità, anche visiva, della scala.

Modularità
La modularità rimane il tratto distintivo di questa scala.
Proprio tale tecnica costruttiva consente di realizzare scale dal design ricercato con un contenimento dei costi per l’utente finale.
Mast (045 801.09.63, www.mastscale.it) ha applicato per prima il concetto di modularità alle scale in acciaio con il suo fondatore Renato Mastella più di dieci anni fa e lo ha oggi reinterpretato con soluzioni che coniugano elevati sistemi tecnologici ad un design ricercato e contemporaneo.

Tecnologia innovativa
Protagonista assoluta è la tecnologia.
Ogni alzata è regolabile di 20 mm (con passo 2) ed ogni pedata di 40 mm (con passo 20) con la conseguente possibilità di ottenere interpiani diversi.
Le regolazioni possono avvenire prima o durante il montaggio della scala per una perfetta adattabilità alle reali dimensioni dell’ambiente in cui essa troverà collocazione.
Questa innovazione tecnologica consente una gestione più libera del progetto all’architetto ed una agevolezza di montaggio per l’utente finale che potrà scegliere la propria scala e vederla montata senza interventi sulla struttura spaziale pre-esistente.
Il modello presentato dimostra come una struttura modulare possa condensare innovazione ed estetica.

Pianerottoli integrati
L’inserimento di pianerottoli autoportanti aumenta notevolmente l’adattabilità della scala alle diverse situazioni.
Attraverso uno sviluppo integrato i due elementi, scala e pianerottolo, diventano un unicum, a vantaggio dello stile dell’ambiente.
Il pianerottolo o i pianerottoli vengono realizzati in base al tipo di rampa e all’ambiente in cui la struttura va inserita e sono quindi differenziabili in base al progetto della singola scala.

Pensato principalmente per uso abitativo, questo modello con pedate in legno può essere inoltre realizzato con gradini in cristallo, marmo ed altri materiali, rendendo la scala adatta anche a spazi espositivi e locali pubblici che amino il design.

Eleonora Negri
ufficio stampa Mast
Prima&Goodwill
eleonora.negri@goodwill.it

pubblicato in data: