Struttura in acciaio e facciate votate al risparmio energetico

Strutture e facciate targate Stahlbau Pichler tra le vie di Milano

Sviluppate su progetto architettonico dello studio A&F, Stahlbau Pichler si è occupata della struttura e delle facciate dell’edificio situato in via Monta Altissimo al centro di Milano.

L’edificio costruito per strutture e facciate da Stahlbau Pichler e progettato dallo studio A&F è adiacente ad un’area industriale che sta attraversando una fase integrale di risanamento. I corpi di fabbrica di notevoli dimensioni ricordano l’affascinante impianto urbanistico preesistente e sono frazionati in unità minori corredate di meravigliosi giardini privati accessibili dai viali alberati interni o attraverso una grande area verde attrezzata.

La nuova costruzione dalla forma planimetrica quasi quadrata, nasconde complessità architettoniche di vario tipo, dovute soprattutto all’inserimento della pianta in uno spazio non del tutto indipendente e ad alcune scelte estetiche adottate in fase di progettazione.

Il progetto firmato A&F sviluppato da Stahlbau Pichler

Quando il team dello studio A&F ha iniziato a lavorare al progetto, la prima specificità a cui è stato necessario lavorare è stat riscontrata nella gestione del vincolo generato dai tre lati ciechi dovuti ai confini con altre proprietà: da qui si è arrivati a decidere di scegliere un tema progettuale necessariamente obbligato nei versanti affacciati su via Varesina e su via Villapizzone. Da questa costrizione è emersa una soluzione architettonica alquanto interessante: questa forte volontà di slegarsi dalle realtà circostanti ha portato allo sviluppo di un ingegnosissimo progetto che ha visti integrati numerosi aree verdi e terrazzi nati con l’idea di creare delle intercapedini naturali come separazione dell’edificio e dei suoi spazi dall’intorno più prossimo.

Un’interpretazione progettuale così strutturata ha consentito agli sviluppatori di Stahlbau Pichler di alleggerire il piano terra imponentemente disteso sull’intera superficie e di lavorare al primo e al secondo piano con un disegno composto di linee rette che si stagliano in un movimento parallelo grazie ai grandi terrazzi che distanziano i due volumi.

All’altezza del terzo e quarto piano Stahlbau Pichler si è invece cimentata nella realizzazione di un volume cilindrico che infrange completamente l’andamento lineare dei piani sottostanti, dando slancio all’impianto rassicurante dei piani inferiori, che come in un incastro perfetto sostengono, con le linee nitide e gli spigoli vivi dei blocchi che costituiscono i piani inferiori, la spinta del corpo centrale geometricamente preciso e strutturato. In questa parte di struttura si alternano angoli e curve, che nell’interezza dell’edificio riescono comunque a mantenere le proprie posizioni, senza invasioni di spazio e dando precedenza a ordine e pulizia. La terrazza, disposta in cima alla copertura piana del cilindro affiorante dalla struttura e spezzata dal diametro tracciato dalla scala che va a scendere, costituisce il quinto ed ultimo piano.

Il progetto disegnato dallo studio architettonico A&F e realizzato da Stahlbau Pichler risulta estremamente composito e ricco di scorci interni ed esterni, arricchendo la struttura di forza ed incisività conferendogli un ruolo di rilievo nel contesto urbanistico circostante. Questo arricchimento è dovuto soprattutto alla gestione poliedrica degli spazi che compongono l’edificio realizzato da Stahlbau Pichler.

L’evoluta tecnologia adottata da parte di Stahlbau Pichler nella realizzazione dell’edificio è espressa nelle 230 tonnellate di acciaio utilizzate nella realizzazione della struttura portante, completata esternamente da facciate composte di grandi superfici vetrate che si alternano a porzioni piene. L’impiego di intonaci è invece stato riservato alle facciate che guardano verso la spaccatura centrale e verso quella posteriore.

Per tutte le facciate è stato deciso di utilizzare profili in alluminio verniciati a polvere: questo tipo di verniciatura consente l’ottenimento di ottime prestazioni in termini di finitura e di tenuta meccanica. Inoltre questa verniciatura è in grado di evitare ogni sorta di problema ecologico sia per gli operatori che per l’ambiente.

I serramenti sono stati realizzati a taglio termico per rispondere alle specifiche esigenze di isolamento dal caldo e dal freddo e per ottenere ambienti caratterizzati da un grado di schermatura termica ed acustica molto elevata.

1200 metri quadrati di facciata e serramenti sono stati ricoperti con superfici vetrate mentre 100 metri quadrati sono stati progettati con facciate in fibrocemento. I vetri basso emissivi Ug= 1.1 sono stati scelti per migliorare l’isolamento termico della finestra e riuscendo a ridurre la dispersione di calore consentono di ottenere eccellenti prestazioni termoisolanti, riducendo notevolmente le dispersioni termiche attraverso il vetro. La scelta di questo materiale comporta incredibili vantaggi: risparmio energetico dovuto al riscaldamento, maggior comfort abitativo e una riduzione considerevole del fenomeno della condensa. Il tutto ovviamente realizzato senza tralasciare l’attenzione all’estetica.

La collaborazione progettuale tra A&F e Stahlbau Pichler ha reso possibile la realizzazione di questo gioiellino di tecnologia, capace di unire estetica e innovazione costruttiva: l’efficienza del team che vi ha lavorato ha reso inoltre il progetto architettonico decisamente interessante e perfettamente inseribile nel contesto della città milanese.

La scheda tecnica completa del progetto realizzato da Stahlbau Pichler

Localizzazione: Milano
Anno di Realizzazione (inizio lavori e fine lavori): 2007-2009
Destinazione d’uso: uffici
Committente: Monte Altissimo Srl
Superficie costruita: ca. 2700 su 5 piani
Development and Project Management: A&F Architettura e Futuro
Progetto Architettonico: A&F Architettura e Futuro, Arch. Roberto Bellotti Arch. Micaela Ceriani
Progetto Strutturale in acciaio: Stahlbau Pichler srl – Ing. Tanja Pichler
Progetto strutture in c.a.: Ing. Enzo Lelli
Realizzazione struttura: Stahlbau Pichler srl
Progetto esecutivo facciate: Stahlbau Pichler srl – Ing. Massimo Colombari
Realizzazione facciate: Stahlbau Pichler srl
Sistema costruttivo facciate: Stahlbau Pichler srl
Project Manager: Ing. Massimo Ciocca
Vetri (tipologia di vetri utilizzati): Vetri seletti 50/25 per facciate e vetri bassi emissivi Ug=1.1 per serramenti
Superfici vetrate: 1200 mq di facciate e serramenti, 1000 mq di facciate ventilate in fibrocemento
Profili di facciata: facciata montanti e traversi e serramenti a taglio termico, tutti i profili in alluminio sono verniciati a polvere
Acciaio utilizzato (quantità): 230 T

Ufficio stampa Stahlbau Pichler

Eleonora Negri
Prima&Goodwill

pubblicato in data: 07/11/2009