Livorno, restauro urbano di via Grande e riqualificazione di piazza Colonnella e largo del Cisternino

concorso di progettazione - procedura aperta - due fasi

pubblicato il:

Consegna prima fase entro l'11 gennaio 2022

Il Comune di Livorno ha bandito un concorso di progettazione finalizzato a individuare il miglior progetto di restauro urbano di via Grande nella sua componente porticata e di riconfigurazione degli accessi alla strada, di Piazza Colonnella verso il Porto e di Largo del Cisternino verso la città.

Obiettivo dell'amministrazione è di valorizzare un'area centrale per Livorno con un intervento capace di ricordare le stratificazioni del passato in linea con lo spirito del tempo e con la più radicata essenza della città.

È richiesto un restauro non filologico che sappia decifrare le relazioni alla scala urbana e provveda a innovare, in chiave contemporanea, un'importante arteria infrastrutturale senza dimenticare le sue vocazioni commerciali e relazionali.

Il progetto dovrà saper leggere le variazioni di tempo e colore, per ridefinire l'armonia del vecchio assetto, riportando all'attenzione episodi urbani, attualmente autonomi e distinti, in un'unica forma organica.

Le proposte dovranno mostrare un codice architettonico e una sintassi contemporanea che raccolga e organizzi materiali, ritmo, pause e luce, reinterpretando così le relazioni urbane e valorizzando il ruolo tradizionalmente assunto dalla via Grande.

Il costo stimato per la realizzazione dell'opera è di 3.200.000 euro al netto dell'I.V.A.

Il concorso è articolato in due fasi, in forma anonima, aperto agli architetti e ingegneri iscritti nei rispettivi Ordini o registri professionali di paesi appartenenti all'Unione Europea, autorizzati all'esercizio della professione e alla partecipazione a concorsi di progettazione alla data di pubblicazione del bando del concorso.

I raggruppamenti temporanei dovranno comprendere, quale progettista, un giovane professionista in possesso di laurea e abilitato da meno di cinque anni all'esercizio della professione.

Criteri di valutazione 1a fase

  • Qualità della strategia progettuale in merito alle relazioni urbane e funzionali, connessioni e accessibilità: la via Grande come elemento dello spazio urba­no nel contesto della città storica e consolidata, connessioni con il sistema dell'accessibilità e della sosta| fino a 45 punti
  • Qualità della proposta di restauro urbano finalizzata a valorizzare le qualità formali, compositive e le potenzialità attrattive in termini di promozione e svi­luppo della città e molteplici funzionalità e vocazioni, dal punto di vista turisti­co e culturale oltre che da quello commerciale e connettivo | fino a 45 punti
  • Strategia d'intervento e soluzioni progettuali che minimizzino gli impatti, sulle attività e sulla città, connessi alla realizzazione dell'opera | fino a 10 punti

Accederanno alla seconda fase le migliori 5 proposte.

Giuria

  • Arch. Laura Patrizia Di Monte
  • Arch. Amedeo Schiattarella
  • Arch. Antonello Stella
  • Arch. David Benedetti
  • Arch. Adriano Podenzana (componente interno)

Premi

  • 1° classificato: 15.000 (inteso come acconto sul progetto di fattibilità tecnica ed economica del valore complessivo di € 29.232,58) 
  • 2° - 5° classificato: rimborso di 5.000 euro

Al vincitore saranno inoltre affidati i successivi livelli di progettazione definitiva ed esecutiva, direzione dei lavori e il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione 

Bando e documentazione
[ concorsiawn.it ]