Peccioli, una ex fattoria del XVIII secolo da riportare a nuova luce

concorso di progettazione - procedura aperta - due gradi

pubblicato il:

Consegna 1a fase entro il 14 novembre 2022

Il Comune di Peccioli - d'intesa con l'Ordine degli architetti di Pisa - ha indetto un concorso di progettazione per acquisire un progetto di recupero e riqualificazione dell'ex fattoria villa Susinno, sita all'ingresso del centro storico di Legoli.

L'immobile è stata costruito intorno alla metà del XVIII secolo e attualmente in buona parte si trova in stato di abbandono. Le aree su cui sorge il fabbricato, si inseriscono in un contesto che preserva, tuttora, caratteristiche naturali uniche e incontaminate.

Con la rifunzionalizzazione del fabbricato, l'amministrazione punta a realizzare un nuovo polo culturale nel borgo in cui condensare attività, servizi e attuazione di sinergie territoriali. Il miglioramento delle prestazioni architettoniche e ambientali dell'edificio e delle sue relazioni con gli ambiti adiacenti, dovrà sviluppare contestualmente coesione sociale e qualità urbana, favorendo il processo di interazione con il territorio comunale.

Saranno premiate le proposte altamente qualitative, realistiche, pragmatiche e aperte all'ascolto delle esigenze sociali e territoriali, in grado di valorizzare il contesto paesaggistico mediante una sapiente coesistenza tra ambito rurale e insediamento urbano.

Ai concorrenti è richiesto di formulare:

  • una proposta progettuale per un'immediata rifunzionalizzazione dell'ex Fattoria e dei suoi annessi (interventi di prima attuazione AMBITO A;
  • una proposta ideativa per gli eventuali ulteriori interventi di riqualificazione del paese di Legoli e per il potenziamento del sistema delle connessioni con le altre aree e funzioni pubbliche prevedibili nel borgo (interventi di lungo termine - AMBITO B).

Il costo stimato per la realizzazione dell'opera, comprensivo degli oneri della sicurezza, è di 3milioni di euro, al netto di Iva.

PROCEDURA CONCORSUALE

Il concorso si svolgerà, in forma gratuita e anonima, esclusivamente con modalità telematica sulla piattaforma concorsiawn ed è articolato in due gradi:

  • il primo grado - elaborazione proposte di idee - è finalizzato a selezionare le migliori cinque proposte ideative, da ammettere al secondo grado.
  • il secondo grado - elaborazione progettuale - è volto a individuare la migliore proposta tra quelle presentate dai concorrenti ammessi.

Elaborati richiesti - 1° grado

  • relazione illustrativa | A4 (massimo 2 facciate - non sono ammessi grafici ed immagini)
  • 2 tavole grafiche formato A1 | contenente la rappresentazione dell'idea progettuale con schema planimetrico, schemi funzionali dei diversi livelli, rappresentazioni tridimensionali (realizzate mediante grafica e/o immagini di plastico di studio) e almeno una sezione ambientale.

Criteri di valutazione - 1° grado

  • RIGENERAZIONE ARCHITETTONICA | Valutazione della qualità architettonica della proposta, nei suoi aspetti innovativi e funzionali | fino a 30 punti
  • RIGENERAZIONE DEGLI SPAZI APERTI | Valutazione del ruolo dello spazio pubblico in rapporto al tessuto urbano circostante e al paesaggio | fino a 25 punti
  • RIQUALIFICAZIONE URBANA E RIGENERAZIONE SOCIALE  | Valutazione dei servizi a favore della collettività | fino a 25 punti
  • COERENZA DELLA PROPOSTA CON IL DPP | fino a 20 punti

Premi

  • 1° classificato: 27.000,00 euro
  • 2° e 5° classificato: 3.000,00 euro

Bando e documentazione
[ concorsiawn.it/legoli/ ]