Hotel Corte San Pietro: la magia del tufo

di Eleonora Bosco

La bellezza dei sassi di Matera e della sua tradizione è piacevolmente visibile nella suggestiva ristrutturazione, a cura di Daniela Amoroso, della struttura inserita nel micro quartiere, Corte S. Pietro, da cui prende il nome.

corte_san_pietro_08

Nata per accogliere, durante la guerra, le numerose famiglie con figli, oggi trasforma la sua veste e diventa un incantevole hotel in cui tradizione, essenzialità e autenticità si rivelano.

Spogliata, infatti, delle differenti contaminazioni architettoniche sovrapposte durante gli anni, rinasce in un progetto nuovo in cui viene valorizzato il suo lato intrinseco e storico.

corte_san_pietro_02     corte_san_pietro_03

Si trattava di una struttura abbandonata e in disuso, in cui il materiale protagonista per eccellenza non può che essere il tufo, modellato da nicchie e segnato da antiche aperture e splendide volte.

Le camere sono state lasciate volutamente “libere”, senza divisioni nette e definitive, in cui si uniscono in maniera insistente design raffinato, comfort e forte identità storica.

Situate intorno al cortile, mostrano i loro colori, rigorosamente monocromatici e i loro materiali antichi ma con un design nuovo e rinnovato. Legno, ferro e ovviamente pietra accolgono con calore il visitatore e si fanno toccare nella loro assoluta integrità.

corte_san_pietro_01          corte_san_pietro_04

Gli ambienti sono collegati fra loro, anche nel caso del bagno. Non vi sono, infatti, porte che ne chiudono la visuale e che ne limitano la fruizione. L’arredo presente è funzionale e comporto da pochi elementi: consolle in legno massello, sanitari in ceramica, rubinetteria minimale e specchiere senza cornice. Il design degli interni ruota introno alla presenza di mobili d’epoca restaurati e impiegati sapientemente per soddisfare le esigenze di ogni singola stanza: vecchie panche in castagno diventano mensole o tavole, antiche sedie di legno si trasformano in cornici, porta asciugamani e tronchi diventano sgabelli o comodini.

La magia si scorge proprio nell’essere completamente avvolti dalla pietra che si trasforma e modella in parete, soffitto e seduta.

corte_san_pietro_05     corte_san_pietro_07

Sotto la struttura dell’hotel si trovano 8 cisterne a campana destinate all’efficiente sistema di raccolta delle acque piovane e ottimo esempio di sostenibilità.

Piacevole da indicare, la suggestiva atmosfera serale ricreata da candele intorno al cortile e all’entrata delle stanze. L’ingresso dall’entrata principale sembra catapultare il cliente in una casa privata graziosa e accogliente, con la stessa aria familiare e di protezione che si ritrova a casa.

Info: www.cortesanpietro.it  

Photo: courtesy Piermario Ruggeri

pubblicato in data:

, , , , ,