in copertina Colletta di Castelbianco, Giancarlo De Carlo 1994 - progetto "Abitare la vacanza"
foto Emanuele Piccardo

Aprile sarà un mese denso, densissimo, per il mondo dell'architettura e del design: in due settimane si concentreranno, in contemporanea, ben 9+1 manifestazioni culturali dedicate alla creatività italiana. Tra il 15 e il 30 aprile 2023, prenderanno infatti avvio, sparse sul territorio nazionale, oltre alla Milano Design Week (che torna ad aprile, dal 18 al 23), le 9 cordate risultate vincitrici della seconda edizione di Festival Architettura. Ci sarà invece tempo fino al 15 ottobre 2023, per le attività legate all'internazionalizzazione con l'obiettivo di promuovere la mobilità di studiosi o progettisti italiani e la conoscenza dell'architettura italiana contemporanea all'estero, in collaborazione con istituzioni straniere.

Promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura, con un finanziamento complessivo di 910mila euro  - budget quasi raddoppiato rispetto alla prima edizione - il bando nasce con l'intento di sostenere e valorizzare l'architettura contemporanea italiana, attraverso manifestazioni culturali destinate a un pubblico esteso ed eterogeneo. "L'architettura italiana" ha dichiarato in merito il Ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano "è capace di soluzioni originali e innovative e merita di essere sostenuta e promossa quanto più possibile, a tutte le latitudini, come avviene grazie al Festival Architettura".

I TRE OBIETTIVI DEL FESTIVAL

Le 9 proposte selezionate dalla Commissione - presieduta dalla dott.ssa Maria Vittoria Marini Clarelli, dall'arch. Gianandrea Barreca, dall'arch. Alessandra Cerroti, dall'arch. Luka Skansi e dall'arch. Caterina Tantillo - hanno tutte tenuto conto degli obiettivi strategici previsti e richiesti quest'anno dall'avviso pubblico: qualità, internazionalizzazione, sostenibilità. Otto di questi progetti sono stati finanziati per l'importo massimo ammissibile e 1 finanziato parzialmente.

Grazie alla costruzione di team allargati, composti da differenti soggetti (enti locali, fondazioni, terzo settore, professionisti, scuole, università), hanno trovato soluzioni efficaci e originali per coinvolgere attivamente un pubblico ampio e differenziato, attivando processi partecipati nell'ambito della qualità dell'architettura, dell'urbanistica e della rigenerazione urbana.

"Riflettere sul ruolo dell'architettura come catalizzatore sociale, valorizzare la sua importanza nel nostro quotidiano e migliorare il tessuto urbano, sociale ed economico delle città sono gli obiettivi di questa edizione del Festival" - commenta Onofrio Cutaia, Direttore generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura - "Per questo, abbiamo deciso di scommettere sullo scambio di saperi, conoscenze e competenze a livello internazionale, così da poter portare all'estero le buone pratiche svolte in Italia nel campo dell'architettura contemporanea".

GEOPOLITICA DELLA CREATIVITÀ

Gli eventi del Festival Architettura 2023, si terranno in più luoghi all'interno in un unico territorio o in forma itinerante in più territori o ancora contemporaneamente in più territori.

Dei 25 progetti pervenuti, 9 sono quelli risultati vincitori.
QUI la graduatoria

Puntano sul tema dell'abitare e di come sta cambiando lo spazio domestico due proposte, frutto di sinergie creative tra più città insieme: il progetto Abitare la vacanza coordinato dall'associazione culturale plug_in, tra Sassari, Savona, Livorno e Cara casa. Il Festival itinerante sull'abitare tra Milano, Venezia, Bologna, Genova a cura della Fondazione dell'Ordine Architetti PPC della Provincia di Milano. Sempre nel capoluogo meneghino si svolgerà (molto probabilmente durante i giorni de il Salone del Mobile) la Dropcity Convention 2023, progetto dell'Associazione FAS / Gruppo Ferrante Aporti / Sammartini APS.

Copertissima l'Emilia Romagna, con due vincitori: il festival Rigenera. Circolare della Fondazione Architetti di Reggio Emilia che si svolgerà a Reggio Emilia, Piacenza, Parma, Modena, Ferrara, Rimini, Ravenna e Forlì-Cesena, e il Ferrara Slack City Festival di Atelier Mobile.

Il centro Italia sembra essere il vero grande assente: a parte l'Umbria, che ad Assisi, grazie al supporto della Fondazione Guglielmo Giordano, si aggiudica l'unica manifestazione tra le regioni centrali dal titolo Seed Design Action for the Future.

Scendendo al Sud la situazione migliora, con ben tre festival diffusi tra Campania, Puglia e Sicilia. Tra Napoli, Avellino, Benevento, Caserta, Salerno infatti si dipanerà Campania Architettura 2023. Territori plurali, della Regione Campania. Tra Lecce, Barletta, Foggia Stone Landscapes. New stories for Mediterranean quarries a cura dell'Ecomuseo della Pietra Leccese. Mentre tra Palermo, Trapani, Caltanissetta, Siracusa, Catania After History, Afterlife. Festival diffuso di architettura in Sicilia dello Studio Rizoma.

Ready?

I FESTIVAL ARCHITETTURA 2023
15 - 30 aprile 2023

ABITARE LA VACANZA Sassari, Savona, Livorno • SEED DESIGN ACTION FOR THE FUTURE Assisi • CARA CASA. IL FESTIVAL ITINERANTE SULL'ABITARE Bologna, Genova, Milano, Venezia RIGENERA. CIRCOLARE Reggio Emilia, Piacenza, Parma, Modena, Ferrara, Rimini, Ravenna e Forlì-Cesena • DROPCITY CONVENTION 2023 Milano • STONE LANDSCAPES. NEW STORIES FOR MEDITERRANEAN QUARRIES Lecce, Barletta, Foggia • AFTER HISTORY, AFTERLIFE. FESTIVAL DIFFUSO DI ARCHITETTURA IN SICILIA Palermo, Trapani, Caltanissetta, Siracusa, Catania • FERRARA SLACK CITY FESTIVAL Ferrara  • CAMPANIA ARCHITETTURA 2023. TERRITORI PLURALI Napoli, Avellino, Benevento, Caserta, Salerno.

+ info creativitacontemporanea.beniculturali.it