Recupero di fari, torri ed edifici costieri: il ruolo degli architetti nei bandi in gara a settembre

Altri 20 tra fari, torri ed edifici costieri di proprietà dello Stato saranno oggetto di una gara promossa dall'Agenzia del Demanio e da Difesa Servizi SpA. Dopo l'aggiudicazione in via provvisoria di 9 degli 11 fari proposti sul mercato nell'ottobre scorso, sarà pubblicato un nuovo bando per affidare in concessione altri 20 beni che, così, potranno rivivere ed essere salvati dal degrado. Le strutture saranno date in affitto per un periodo massimo di 50 anni a chi proporrà un concreto progetto di riconversione. E i progettisti non possono che avere un ruolo chiave. 

I progettisti sono da subito chiamati in causa perché chi si farà avanti per conquistare uno dei gioielli messo a disposizione per nuove idee imprenditoriali, dovrà presentare non solo un'offerta economica e un piano di gestione, ma anche un programma di valorizzazione. Saranno ammesse attività varie, non solo ricettive, ma anche culturali, ricreative, di tipo sociale e legate alla scoperta del territorio, purché ben pensate e ben inserite nel contesto.

Aggiornamento:
Recupero di fari, torri ed edifici costieri: progetti di riuso entro il 19 dicembre

Faro di Capo Mulini (Acireale)

Progetti da elaborare già in sede di offerta

Già in sede di offerta bisognerà dare indicazioni sul progetto di recupero sia in riferimento alle nuove funzioni, che dovranno essere in linea con gli strumenti di tutela e di pianificazione territoriale vigenti, e sia in relazione alle modalità di intervento sull'immobile. Reversibilità, minimo intervento, rispetto del contesto e del valore dei luoghi e dei manufatti dovranno essere i principi guida di ogni intervento. Lo stato di fatto e di progetto dovranno già essere documentati attraverso elaborati grafici. 

Si avvia, così, la seconda edizione del progetto Valore Paese-FARI, che, con il bando di ottobre, ha già attratto investimenti privati per 6 milioni di euro, con una ricaduta economica complessiva stimata di 20 milioni (vedi anche: Rinascita dei fari italiani: primo bilancio del Demanio).

Vedi anche:

Architetti chiamati a convertire beni dello Stato in atelier per giovani artisti Case cantoniere: Anas lancia il bando per trasformarle in hotel, info-point e ristoranti

Case cantoniere: Anas lancia il bando per trasformarle in hotel, info-point e ristoranti

Fari aperti con #Openlighthouse

L'apertura dei bandi è prevista per settembre e intanto nelle prossime settimane le strutture ospiteranno i cittadini che vorranno visitarli, grazie alle giornate #Openlighthouse, promosse dall'Agenzia del Demanio in collaborazione con il Touring Club e il WWF. E poi nelle regioni interessate si terranno gli incontri organizzati per far conoscere le opportunità offerte dal prossimo bando di gara.

Ecco l'elenco dei beni che potranno essere presi in affitto fino a 50 anni

I 10 fari in gestione a Difesa Servizi Spa

Sono 10 i fari italiani che saranno oggetto di concessione:

  • Faro di Capo Rizzuto a Isola di Capo Rizzuto (KR)
  • Faro della Guardia a Ponza (LT)
  • Faro di Torre Preposti a Vieste (FG)
  • Faro di Punta Polveraia a Marciana nell'Isola d'Elba (LI)
  • Faro Formiche, nell'isolotto Formica Grande (GR)

Faro di Capo Milazzo, Capo Milazzo (ME)

  • Faro di Punta Libeccio nell'Isola di Marettimo (TP)
  • Faro di Punta Spadillo a Pantelleria (TP)
  • Faro di di Capo Mulini ad Acireale (CT)
  • Faro di Capo Milazzo a Milazzo (ME)
  • Faro di Capo Faro a S. Maria di Salina - Isola di Salina (ME)

10 beni di varia tipologia in gestione all'Agenzia del Demanio

Ai fari si aggiungono altri 10 beni di diversa tipologia:

  • Torre Angellara a Salerno
  • Padiglione Punta del Pero a Siracusa
  • Stand Florio a Palermo
  • Faro di Capo Zafferano a Santa Flavia (PA)

Torre Castelluccia Bosco Caggioni a Pulsano (Taranto)

  • Faro di Riposto a Riposto (CT)
  • Torre Castelluccia Bosco Caggioni a Pulsano (TA)
  • Convento di San Domenico Maggiore Monteoliveto a Taranto
  • Torre d'Ayala a Taranto
  • Faro del Po di Goro a Goro (FE)
  • Faro Spignon sull'isola di Spignon a Venezia

Faro Spignon, isola di Spignon - Venezia

 di Mariagrazia Barletta

Per avere un'idea sull'impostazione della gara che aprirà a settembre, può servire consultare i bandi di concessione lanciati dall'Agenzia del Demanio nella prima edizione del progetto Valore Paese-FARI. 

PER LA DOCUMENTAZIONE

pubblicato in data: