Progettare nuovi luoghi per il pane e la pizza, tradizione e innovazione oltre gli stereotipi

i risultati dei premi Storie di Farina e Le 5 Stagioni

Arrivano da Italia, Francia, Russia e Spagna i progetti vincitori dei premi "Storie di Farina" e "Le 5 Stagioni" consacrati all'evoluzione dei locali per la pizza e per il pane nel mondo, organizzati da Agugiaro&Figna Molini SpA, in collaborazione con ARD&NT Institute (che riunisce Politecnico di Milano e Accademia di Belle Arti di Brera).

I risultati sono stati resi noti il 13 febbraio a Milano, dove la giuria, presieduta da Arturo Dell'Acqua Bellavitis, Politecnico di Milano e composta da Davide Paolini "Il Gastronauta" e Sole 24 Ore, Roberto Capello, Presidente FIPPA e Giorgio Agugiaro, di Agugiaro&Figna Molini SpA ha premiato sei vincitori e numerose Speciali Menzioni d'Onore per un montepremi totale di Euro 15.000.

Le linee di tendenza emerse mostrano come in tutto il mondo si assista ad una crescente attenzione al progetto dei locali della Pizza e del Pane, con l'obiettivo di creare spazi di socializzazione e sperimentazione spaziale che riflettano le nuove abitudini dei consumatori, superando gli stereotipi con nuove identità estetiche.

Giorgio Agugiaro, di Agugiaro&Figna Molini SpA, sottolinea come "l'eccellenza non può più limitarsi al prodotto e alla valorizzazione delle materie prime, che sono e restano ovviamente fondamentali, ma che l'architettura e le caratteristiche d'innovazione dello spazio giocano un ruolo crescente e fondamentale per il successo di un locale o di un punto vendita e, in prospettiva per la crescita dell'intero settore".

Il Presidente della Giuria Arturo Dell'Acqua Bellavitis, Politecnico di Milano , ha così sintetizzato il lavoro svolto dalla commissione: "abbiamo avuto il piacere di verificare l'elevata qualità dei locali realizzati e l'alto livello di innovazione espressa nelle soluzioni di progetto e nelle proposte estetiche, formali, ma anche commerciali. La giuria ha anche apprezzato la coerenza tra il progetto degli spazi, l'organizzazione delle componenti comunicative e dei diversi elementi di arredo, come pure l'inserimento sensibile ed attento nei contesti culturali e architettonici per cui sono stati pensati, in un rapporto vitale e dinamico tra la tradizione, da cui questi prodotti originano, e il superamento degli stereotipi del passato. Abbiamo verificato come i locali per la Pizza e il Pane stiano acquisendo le caratteristiche di luoghi di socializzazione, con modalità diverse, in un grande numero di Paesi".

Vincitori del concorso "Storie di Farina"

1° premio | Boulangerie MD | Marsiglia (Francia)

di Elena Groppo

Il progetto è stato scelto come vincitore "per le non convenzionali scelte cromatiche e la capacità di inserire organicamente la dimensione naturale nel progetto del locale, unitamente ai riferimenti al genius loci del contesto in cui è inserito".

2° premio | Il Fornaio della Piazza | Borgo San Giacomo (BS)

di studio MABB, Andrea Baselli

La giuria ha selezionato l'intervento "perché emblematico di una pura linea di tendenza in cui le scelte materiche e le qualità espresse sono portate ai livelli più alti".

3° premio | Star bakery | Livorno

di MODO architettura + design, Pietro Marsili, Sondra Pantani

Secondo la giuria il progetto esprime "la capacità di intervenire su esercizi e spazi degli anni 50/60 riportandoli alle soluzioni formali originarie, razionalizzandone le strutture funzionali di servizio".

Menzione d'onore

  • Alena Bulataya | BRIOCHE BISTRO | Minsk (Bielorussia)

Vincitori del concorso "Le 5 Stagioni"

1° premio | Pcomepinsa | Messina

di Renato Arrigo

Secondo la giuria "il premio è stato assegnato anche per l'estremo nitore delle scelte architettoniche e progettuali e per la capacità d'integrare gli elementi tecnici con i materiali naturali".

2° premio | Casa Italia | Rostov on Don (Russia)

di Anatoly Mosin, Elina Dedyohina e Anastasia Kozlova

La giuria ha apprezzato "la capacità di reintegrare riferimenti alla tradizione italiana attraverso la chiave del Design anche in modo non comune e stereotipato".

3° premio | Pizzeria 330° | Soria (Spagna)

di Liquen/LAV, Valentìn Sanz

La commissione l'ha premiato "per l'intelligenza dei sistemi di arredo studiati ad hoc, le originali scelte cromatiche e l'estrema razionalità economica dell'architettura".

Menzioni d'onore

  • Andrea Langhi | PIZZIKOTTO | Casalecchio (BO)
  • Andrea Destro | LIEVITO | Pechino (Cina)
  • Volodymyr Nepyivoda | TARTUFO TRATTORIA | Leopoli (Ucraina)
  • Maurizio Zito | DEGUSTA | Avellino
  • Mauricio Q.Costa | BAMBINA | Bauru (San Paolo-Brasile)
  • Yuriy Hlobchak | NEW YORK STREET PIZZA | Leopoli (Ucraina)
  • Maksim Gusev | PORTOFINO | Perm (Russia)
  • Valerio Scaccia | SEU | Roma

+ info su
www.concorsole5stagioni.it
www.concorsostoriedifarina.it

pubblicato in data: