Copenhagen, l'UNESCO la nomina Capitale mondiale dell'Architettura 2023

Dopo Rio de Janeiro, prima città in assoluto a portare il titolo, sarà Copenhagen la futura capitale mondiale dell'architettura.

La nomina, avvenuta lo scorso 5 maggio da parte di UIA / UNESCO, prevede il titolo per il 2023, in concomitanza con il Congresso mondiale degli architetti UIA, con cadenza triennale, in programma nella città danese dal 2 al 7 luglio 2023.

Già eletta Capitale Verde D'Europa nel 2014, per il merito di aver ricercato soluzioni sostenibili da applicare alla qualità della vita, Copenhagen ha infatti scommesso di diventare la prima capitale carbon free entro il 2025. 

Un processo verso le emissioni zero iniziato ormai da molti anni, dove le biciclette superano il numero di automobili, e l'architettura contemporanea circonda chiunque visiti la città della Sirenetta. Tutti gli edifici, dalle residenze agli uffici, scuole, università, biblioteche e musei portano la firma di alcuni tra i maggiori architetti in circolazione con architetture che diventano esempi virtuosi, modello per il resto del mondo.

Grande entusiasmo per la nomina anche da parte di Thomas Vonier - presidente dell'UIA - che ha definito Copenhagen una città "capace di offrire al mondo un fantastico contrasto nel modo in cui l'architettura aiuta le principali città globali ad affrontare le diverse sfide della vita urbana del 21° secolo".

Proseguendo nel discorso, Vonier ha inoltre fatto riferimento alla difficile situazione che stiamo vivendo: "L'attuale pandemia di COVID-19 ci mostra come l'architettura e il design possano aiutarci ad adattarci in tempi di crisi e a cambiare il futuro in meglio." - ha dichiarato. - "L'architettura può aiutare le comunità a recuperare e ricostruire, applicando lezioni che aiutano a evitare future catastrofi sanitarie e ambientali. L'architettura è una grande forza per il bene sociale quando progettiamo e costruiamo responsabilmente".

Le attività saranno sviluppate in stretto dialogo tra la città di Copenaghen, l'UIA, l'UNESCO e la segreteria del Congresso mondiale degli architetti UIA 2023.

Il Congresso mondiale degli Architetti 2023

In programma dal 2 al 7 luglio, il Congresso mondiale degli Architetti radunerà circa 15.000 professionisti, che discuteranno attorno al tema di "Futuri sostenibili - Non lasciare nessuno indietro".

Come affermato da Natalie Mossin - presidente UIA 2023 CPH e copresidente della Commissione UIA sugli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite - "l'obiettivo è democratizzare l'architettura e rispondere ai bisogni sociali attraverso l'architettura, proteggendo al contempo il pianeta". 

Diamante Nero, Schmidt, Hammer & Lassen | foto: © Elisa Scapicchio

8 Tallet, BIG - Bjarke Ingels Group | foto: © Elisa Scapicchio

Den Blå Planet, 3XN | foto: © Elisa Scapicchio

VM House, PLOT (BIG - Bjarke Ingels Group + JDS Architects) | foto: © Elisa Scapicchio

 

The Mountain, BIG - Bjarke Ingels Group | foto: © Elisa Scapicchio

 Tietgen Dormitory, Lundgaard & Tranberg architects | foto: © Elisa Scapicchio  

Maggiori informazioni: uia2023cph.org

© RIPRODUZIONE RISERVATA 

pubblicato in data: