"200 ore di stampa, 7000 codici macchina (G-code), 350 strati di 12 mm, 150 km di estrusione, 60 metri cubi di materiali naturali per un consumo medio minore di 6 kW". 

Una serie di dati messi in fila, che letti attentamente svelano la realizzazione del primo modello innovativo di abitazione ecosostenibile stampato in 3D interamente in terra cruda, costruito a Massa Lombarda, in provincia di Ravenna. 

Si tratta di TECLA, il progetto interamente made in Italy ideato e realizzato da Mario Cucinella Architects  grazie alla ricerca di SOS - School of Sustainability e insieme a WASP (azienda leader nel settore della stampa 3D), per rispondere all'emergenza climatica, al bisogno di abitazioni sostenibili a Km0 e al grande tema globale dell'emergenza abitativa, specie nei contesti di crisi generati dalle grandi migrazioni e dalle catastrofi naturali. 

«Ci piace pensare che TECLA sia l'inizio di una nuova storia» - ha dichiarato Mario Cucinella - «Sarebbe veramente straordinario dar forma al futuro attraverso la trasformazione di questa materia antica con le tecnologie che abbiamo a disposizione oggi. L'estetica di questa casa è il risultato di uno sforzo tecnico e di materia, non è stato un approccio solo di natura estetica. È una forma onesta, una forma sincera.»

foto © Iago Corazza

Pratiche costruttive vernacolari per un modello innovativo di abitazione circolare

Una forma "sincera", appunto, che nasconde al suo interno le pratiche costruttive vernacolari, lo studio del clima e dei principi bioclimatici combinati con l'utilizzo di materiali naturali e locali, per ridurre sprechi e scarti.

Il risultato è un esempio pionieristico di abitazione a basse emissioni di carbonio, composta da due elementi continui, sinuosi e ininterrotti fino alle coperture che culminano in due lucernari circolari per consentire l'ingresso della luce zenitale. Una geometria studiata a puntino e un design organico che, insieme alle creste esterne, ha permesso l'equilibrio strutturale della costruzione, sia durante la fase di stampa 3D dell'involucro che una volta completata la copertura.

All'interno, la superficie di circa 60 mq ospita una zona living con cucina e una zona notte con servizi annessi.

Gli arredi, in parte stampati in terra locale assieme all'involucro e integrati nella struttura in terra cruda, e in parte studiati per essere riciclati o riutilizzati, rispecchiano la filosofia di modello circolare di abitazione.

LA TECNOLOGIA DI STAMPA 3D CRANE WASP. COS'È?
Frutto della ricerca di WASP, specializzata nella stampa 3D di terra a Km0, è la prima tecnologia al mondo modulare e multilivello progettata per costruire in maniera collaborativa opere edilizie.
TECLA è infatti la prima abitazione costruita impiegando simultaneamente due bracci stampanti sincronizzati grazie ad un software in grado di ottimizzare i movimenti evitando collisioni e garantendo l'operatività in simultanea.
Ogni unità stampante ha una superficie di stampa pari a 50 metri quadrati e rende quindi possibile, in pochi giorni, la costruzione di moduli abitativi indipendenti.

foto © Iago Corazza

CREDITI DI PROGETTO:
SOS - School of Sustainability
Ricerca di Ecosostenibilità
Capoferri Serramenti 
Serramenti
Cefla
Soluzioni Elettriche
Frassinago
Progetto di Allestimento del Verde
Imola Legno
Finiture in Legno
Lucifero's
Progetto di Illuminazione
Mapei
Ottimizzazione Miscela Involucro in Fase di Stampa 3D
Milan Ingegneria
Ottimizzazione Geometria Costruttiva per Struttura Auto-Portante
Officine Tamborrino
Sedute di Cartone Riciclato
Orange Fiber
Tessuti di Arredo
Primat
Pavimentazione in Terra Cruda
Rice House
Bio-Materiali Termoisolanti Involucro, provenienti dagli scarti della coltivazione del riso - lolla di riso e paglia di riso  
Saib
Tavolo su Misura in Legno Riciclato
Ter Costruzioni
Impresa di Costruzione con WASP