Gas irritante

La torre cangiante alta quasi 400 metri, ideata da RMJM come sede della Gazprom all’interno del piano per l’Okhta Center, la cittadella degli affari fortemente voluta dal colosso dell’energia a dispetto della normativa urbanistica in vigore (wikipedia.org), rischierebbe di compromettere – come riferisce tra gli altri sptimes.ru – l’armonia della skyline di San Pietroburgo.

Questa convinzione, più delle resistenze degli amministratori cittadini, che hanno raggiunto un accordo con i promotori del progetto, basato sulla ripartizione delle spese di costruzione del complesso inizialmente denominato “Gazprom City”, ha innescato le proteste degli abitanti della città sulla Neva, alle quali si è aggiunta la preoccupazione espressa dal direttore del Centro del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, Francesco Bandarin (theherald.co.uk).

I responsabili del nuovo insediamento, che, insieme al gigantesco quartier generale comprendente  uffici, sale conferenze e una terrazza panoramica sulla sommità, dovrebbe includere anche spazi per la cultura e la musica, altri edifici aziendali e verde attrezzato, puntano sulla leva dello sviluppo per l’area di 77 ettari interessata.

Gli architetti dello studio fondato nel 1956 da Robert Matthew e Stirrat Johnson-Marshall, invece, difendono il proprio progetto a partire dall’analisi della parte più antica della città, ai margini della quale dovrebbe essere edificato il grattacielo rivestito di uno speciale cristallo riflettente, in grado di cambiare colore nell’arco della giornata: esisterebbero infatti delledominanti verticali preesistenti – la guglia della Cattedrale di San Pietro e Paolo, la Cattedrale di San Isacco e, soprattutto, gli oltre 300 metri della torre della televisione – di cui la torre Gazprom potrebbe rappresentare una ulteriore evoluzione in termini contemporanei.

Se le pubbliche consultazioni e l’incontro con i rappresentanti dell’UNESCO previsti per le prossime settimane (sptimes.ru) non produrranno cambiamenti nella programmazione, i lavori per l’Okhta Center inizieranno a maggio 2008.    

Immagini del progetto per la torre Gazprom (da e-architect.co.uk): 1 | 2

Rendering animato (da youtube.com)

Scheda dell’UNESCO su San Pietroburgo (da whc.unesco.org)

pubblicato in data:

, , ,