Nella rete di Barcellona

Presentata a Saragozza (europapress.es), in occasione di Tecnimap 2010 (XI Giornate sulle Tecnologie dell’Informazione per la Modernizzazione delle Amministrazioni Pubbliche),  “Barcelona 3D” nasce dalla collaborazione tra l’Istituto d’Informatica del Municipio di Barcellona e il centro di ricerca Barcelona Media: l’iniziativa “ha origine dal progetto Barcelona Virtual finanziato con il programma Avanza 2007” (barcelonamedia.org).

L’interfaccia tridimensionale per navigare tra le ramblas e accedere a più livelli di informazioni è stata sviluppata dagli esperti del Laboratorio de Visualizacion Virtual (LV2), la sezione di Barcelona Media che sperimenta “simulazioni grafiche” (barcelonamedia.org) a partire dalle tecniche impiegate per i videogiochi. Il direttore del LV2, Michele Marino, sottolinea che in due anni di lavoro “è già stata creata una prima versione del modello, che il Municipio utilizza su Intranet“, mentre è in corso il perfezionamento dei “dettagli di diverse aree di interesse turistico e culturale“.

Attraverso la rete del Municipio e, progressivamente, anche tramite punti informativi diffusi, dotati di touchscreen, potranno essere consultati i dati riferiti a 72.000 particelle. Insieme ai parametri estrapolati dagli archivi catastali e alle notizie “statiche” su monumenti e  toponomastica, Barcelona 3D preleverà aggiornamenti in tempo reale da fonti riconducibili a diversi enti: il sistema  (w3.bcn.es) fungerà da supporto alle decisioni in campo urbanistico, con la possibilità di trasformarsi in un vero e proprio ambiente di verifica per nuovi progetti; consentirà di ottimizzare i servizi di manutenzione; fornirà indicazioni per aumentare l’efficacia degli interventi di protezione civile (per esempio, in relazione agli incendi).   

Il team del LV2 – come evidenzia Michele Marino – sta ” lavorando per creare modelli tridimensionali di diverse reti di infrastrutture, introdurre i modelli tridimensionali della futura pianificazione e collegare al modello tridimensionale i database municipali“.

Alle numerose finalità di accesso (europapress.es), corrisponde la varietà di operatori interessati a immettere contenuti nell’applicazione, che include 120.000 edifici cittadini, di cui 250 riprodotti in dettaglio. “Le caratteristiche descritte fanno di Barcelona 3D uno strumento che apre la cartografia alla cittadinanza e all’impresa, poiché permette di comprendere meglio la struttura della città e, inoltre, di simulare come potrebbe trasformarsi, con la visualizzazione dei futuri progetti urbanistici” (barcelonamedia.org).

Barcelona 3D – Barcelona Gotica (da youtube.com; courtesy from Barcelona Media)

pubblicato in data:

, , ,