Venezia e le navi da crociera, partito il concorso per i punti di attracco fuori dalle acque protette della laguna

concorso internazionale di idee - due gradi

pubblicato il:

Consegna 1a fase entro il 31 dicembre 2021

L'Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico ha pubblicato il bando e la documentazione del concorso di idee che porterà ad acquisire proposte ideative e progetti di fattibilità tecnica ed economica volti a mitigare l'attività croceristica nel territorio di Venezia e della sua laguna e salvaguardare l'unicità e le eccellenze del patrimonio culturale, paesaggistico e ambientale del territorio.

In particolare è richiesta l'elaborazione di proposte per la realizzazione e la gestione dei punti di attracco esterna alle acque protette della Laguna di Venezia, utilizzabili dalle grandi navi da crociera (stazza lorda superiore a 40.000 tonnellate) e dalle navi portacontenitori adibite a trasporti transoceanici, e se necessario, dei transfer fino ai nodi di interscambio terrestri, e delle relative connessioni con le infrastrutture ed i principali nodi di trasporto esistenti delle reti TEN-T 

La proposta dovrà garantire le funzioni di "home port" per le crociere e per il settore container l'infrastruttura dovrà garantire sia la funzione di porto "gateway" che la possibilità di trasbordo su navi feeder destinate ad altri porti (transhipment).

Procedura concorsuale

Il concorso internazionale, a procedura aperta e in forma anonima, si articola in due fasi: la prima (idea progettuale) prevede la presentazione delle proposte ideative entro il 31 dicembre del 2021.

La partecipazione alla seconda fase (sviluppo progettuale) avrà termine il 31 dicembre del 2022 ed è riservata agli autori delle 3 migliori proposte ideative.

La procedura si svolgerà per il tramite della piattaforma GPA, con garanzia dell'anonimato.

Le idee progettuali della prima fase saranno valutate secondo i seguenti criteri di valutazione:

Rispondenza a principi di ingegneria portuale |30| Sarà valutata la scelta delle soluzioni ingegneristiche per consentire di mitigare gli effetti delle condizioni meteo marine e garantire la migliore accessibilità nautica e operatività degli accosti. Requisiti funzionali e di servizio |25| Sarà considerata migliore la proposta che articolerà nel modo più efficace le funzioni di home port per il settore crociere e la doppia funzione di gateway e transhipment per il settore container. Qualità architettonica e inserimento nel contesto e soluzioni per la sostenibilità ambientale energetica e l'innovazione tecnologica |25| Sarà considerata migliore la proposta che dimostrerà una maggior qualità architettonica, maggior attenzione al contesto e al paesaggio, che limiterà gli impatti ambientali e i consumi energetici. Costi e tempi di realizzazione, manutenzione opera nel suo complesso (accosti e collegamenti alle TEN-T) e prestazione strutturale |25| Sarà considerata migliore la proposta con tempi e costi di realizzazione più contenuti anche parametrati ai volumi di contenitori e passeggeri movimentati e più esaustiva riguardo gli aspetti legati alla durabilità delle opere d'arte.

Chi può partecipare

il concorso è aperto a:

  • a) liberi professionisti singoli od associati nelle forme riconosciute dal vigente quadro normativo;
  • b) società di professionisti;
  • c) società di ingegneria;
  • d) prestatori di servizi di ingegneria e architettura identificati con i codici CPV da 71200000-0 a 71541000-2 e da 71610000-7 a 71730000-4 e 79994000-8
  • e) raggruppamenti temporanei o consorzi ordinari anche se non ancora costituiti;
  • f) consorzi stabili di società di professionisti, di società di ingegneria, anche in forma mista, e i GEIE;
  • g) consorzi stabili professionali ai sensi dell'art. 12 della l. 81/2017;
  • h) aggregazioni tra gli operatori economici

I partecipanti dovranno dimostrare un livello adeguato di copertura assicurativa contro i rischi professionali e dovranno dimostrare di aver conseguito fatturato globale per servizi di ingegneria e di architettura, nei migliori tre esercizi dell'ultimo quinquennio non inferiore a € 10.000.000.

Contributo a favore dell'ANAC

È previsto il pagamento del contributo di Euro 140,00 in favore dell'Autorità Nazionale Anticorruzione.

Rimborsi e spese

Entro il 30 giugno 2023 la commissione nominerà il progetto vincitore. Il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili riconoscerà un rimborso spese di 2milioni e 200mila euro da ripartirsi tra i tre team che completeranno la progettazione di fattibilità tecnica ed economica.

Bando e documentazione
[trasparenza.port.venice.it]