Richmond House: nuovi equilibri tra nuovi volumi

di Eleonora Bosco

L’AR design studio si è trovata di fronte a una bella sfida architettonica: l’ampliamento e la nuova progettazione di una residenza privata a Winchester.

EQ8A7953_open

L’intento era di estendere la proprietà inserendo nuovi ambienti, ma per farlo erano necessari ulteriori spazi. Il dibattito iniziale tra committenti e progettisti verteva proprio sulla modalità costruttiva della nuova struttura. Era impensabile introdurre un elemento che contrastasse con le architetture della zona, provocando un evidente impatto visivo.

1.EQ8A8139b-2     EQ8A7782_pooch

La soluzione arriva, quando lo studio elabora il disegno di un torretta verticale adiacente all’abitazione esistente, in cui collocare un ripostiglio al piano terra e la nuova camera da letto al primo piano. Interessante è la decisione di utilizzare i medesimi materiali nella facciata, in modo tale da uniformare e rendere omogenea la nuova struttura. Il collegamento tra vecchio e nuovo è poi chiaramente visibile da un vetro che lascia filtrare la luce necessaria e che traccia un confine fisico tra i due elementi.

Il retro della casa, invece, è stato trattato diversamente, progettando un volume in fibrocemento in cui sistemare una grande cucina open space e sala da pranzo.

EQ8A7831     EQ8A7854

Viene a crearsi, così, un nuovo organismo geometrico, molto luminoso, arioso e adatto alle funzioni quotidiane della famiglia. Il senso di orizzontalità è molto marcato, compensato da una vetrata che alleggerisce lo scontro con il nuovo elemento. In questo modo anche il giardino ha l’aria di essere un prolungamento della residenza e di venire inglobato nella nuova architettura.

Il confine tra interno ed esterno è sempre meno netto e definito. E’ senz’altro un buon esempio dell’equilibrio esistente tra strutture neo georgiane e nuovi elementi costruttivi con linee e geometrie completamente differenti.

EQ8A7964     EQ8A7976-2

INFO: ardesignstudio.co.uk

Photo: courtesy Martin Gardner

pubblicato in data:

, , ,