Total white design firmato Andrea Castrignano

Da tre appartamenti a un grande spazio luminoso, parte così il progetto milanese di Andrea Castignano che ha ristrutturato una casa per un collezionista d’arte nel centro più lussuoso della città.

Brunelli-01-Ph.-Matteo-Cire

L’esigenza di permettere alle opere d’arte e ai mobili di design di diventare protagonisti era primaria, insieme alla volontà del cliente di creare uno spazio living che permettesse alla sua bambina di giocare indisturbata.

L’appartamento è diventato una grande area luminosa in cui le zone di disimpegno sono al minimo e l’occhio viene accompagnato facilmente in direzione della terrazza panoramica.

Brunelli-02_ph-Cirenei

La zona giorno prevede tre spazi distinti perfettamente illuminati dalle cinque finestre e dalla scelta del bianco totale anche per i pavimenti in parquet posato a listoni, spazzolato e imbiancato. Zona conversazione, pranzo e sala relax si distinguono per un arredo minimal che permette alle opere di spiccare nell’ambiente che si adatta al ritratto di John F. Kennedy di Sergio Lombardi e all’arredo di design selezionato dal padrone di casa. La zona notte non manca di stile con due camere, una cabina armadio e bagno con cromoterapia e bagno turco.

Brunelli-14-ph-Cirenei

Sedie Tulip di Eero Saarinen, la chaise longue LC4 di Cassina, la Eames Lounge Chair by Charles e Ray Eames per Vitra sono solo alcuni pezzi che definiscono questa abitazione a cavallo fra arte e arredamento che gioca con il bianco ottico e i contrasti creati dai legni scuri, dai pezzi di mosaico e dalla scelta del grigio per i pavimenti del bagno.

di Valentina Bozzetti

INFO: http://andreacastrignano.it/

FOTO: Courtesy Matteo Cirenei per Andrea Castrignano 

pubblicato in data:

, , , , , , , , , ,