Homekeyregime forfettario

regime forfettario

tag regime forfettario

Fattura elettronica: come inviarla via Pec, cosa fare se il cliente non ha partita Iva

Fattura elettronica: come inviarla via Pec, cosa fare se il cliente non ha partita Iva

Le risposte nelle Faq pubblicate sul sito dell'Agenzia delle Entrate

Come utilizzare correttamente la Pec per inviare la fattura elettronica? Come riportare le spese anticipate in nome e per conto del cliente? Cosa accade per le fatture datate 2018 e ricevute nel 2019? Sono alcune domande frequenti a cui l'Agenzia delle Entrate ha fornito risposta.
Regime dei minimi o forfettario: ecco come cambia nel 2019 con la legge di Bilancio

Regime dei minimi o forfettario: ecco come cambia nel 2019 con la legge di Bilancio

imposta al 15% per redditi fino a 65mila euro

Imposta sostitutiva unica al 15 per cento per ricavi o compensi fino a 65mila euro. E condizioni di accesso semplificate. Sono queste - in estrema sintesi - le principali innovazioni apportate dalla legge di Bilancio al cosiddetto regime dei minimi o forfettario, introdotto dalla legge di Stabilità del 2015.
Regime dei minimi 2016 anche per chi aveva optato per il regime ordinario

Regime dei minimi 2016 anche per chi aveva optato per il regime ordinario

compresa l'imposta al 5% se l'attività ha meno di 5 anni

Chi nel 2015 aveva optato per il regime ordinario o per quello di vantaggio può comunque nel 2016 revocare tale scelta e fare ingresso nel regime forfetario 2016, applicando l'imposta sostitutiva al 15 per cento. E, se l'attività è iniziata da meno di 5 anni si ha diritto anche a maggiori agevolazioni.
Il Regime dei minimi 2016 approvato in via definitiva

Il Regime dei minimi 2016 approvato in via definitiva

Aumenta la soglia di reddito da 15 a 30.000 euro

Il DDL di Stabilità diventa legge e introduce in via definitiva l'aumento del limite da 15 a 30.000 euro per il regime forfettario o dei minimi. Scompare il vecchio regime di vantaggio con imposta sostitutiva al 5 per cento.