CityLife, architetti under 35 al fianco di Hadid, Isozaki e Libeskind

Hanno il merito di aver vinto una delle edizioni del concorso internazionale AAA architetticercasi™. Sono gli studi di architettura Marco Jacomella - Cooperativa Ines Bajardi, Ettore Bergamasco, Giorgia Cilli (i tre vincitori dell'edizione 2013), Stefano Tropea e Giampiero Sanguigni (primi classificati rispettivamente negli anni 2010 e 2008). Ad essi si è rivolta CityLife per costruire un asilo pubblico previsto nell'ambito della trasformazione dello storico quartiere fieristico di Milano, il cui progetto è stato curato dalle grandi firme internazionali: Zaha Hadid, Arata Isozaki e Daniel Libeskind.

Per la costruzione dell'asilo, la società CityLife ha avviato un concorso privato ad inviti, scegliendo i partecipanti in collaborazione con AAA architetticercasi™, il concorso di architettura under 35 ideato e promosso da Federabitazione Lombardia - Confcooperative, federazione regionale che associa le cooperative operanti nel settore dell'abitazione aderenti a Confcooperative Lombardia.

Obiettivo di CityLife, in accordo con il Comune di Milano, è quello di realizzare un asilo nido pubblico in grado di accogliere 60 bambini. Il progetto preliminare richiesto deve proporre le migliori soluzioni e tecnologie per la realizzazione di una struttura contemporanea e innovativa, secondo le più recenti metodologie pedagogiche. La struttura dell'asilo dovrà rispondere agli obiettivi di qualità architettonica e paesaggistica, di funzionalità e comfort degli spazi esterni ed interni, oltre che di sostenibilità e innovazione in termini di materiali e tecnologie impiantistiche.

Tra gli aspetti particolarmente innovativi, l'edificio dovrà essere costruito in legno, in linea con le più recenti politiche scolastiche del Comune di Milano, e sarà servito dalla rete di teleriscaldamento di CityLife, che rappresenta un efficace sistema di alimentazione con energia proveniente da fonti rinnovabili. L'asilo sorgerà sul lato ovest dell'area CityLife, immerso nel nuovo grande parco urbano (168.000 mq complessivi) e con un fronte rivolto verso viale Berengario, in adiacenza a piazzale Arduino.

Il progettista vincitore del concorso verrà incaricato da CityLife della redazione del progetto preliminare e definitivo.

 

pubblicato in data: