Mies van der Rohe Award 2019: vince la riqualificazione generosa di Lacaton & Vassal, Frédéric Druot e Christoph Hutin

È la Francia a trionfare quest'anno al Mies van der Rohe Award, il gruppo formato da Lacaton & Vassal architectes, Frédéric Druot Architecture e Christophe Hutin Architecture vince l'edizione 2019 del premio con il progetto di riqualificazione di 530 appartamenti al Grand Parc Bordeaux.

Tra i giovani, è lo studio BAST di Toulouse a ricevere la menzione speciale per architetti emergenti per il refettorio scolastico Montbrun-Bocage in Alta Garonna.

La scelta di questi due interventi mette in luce a livello europeo l'importanza del tema del rinnovamento del patrimonio residenziale esistente, già espresso nella scorsa edizione con la vittoria del restayling DeFlat Kleiburg, e le qualità che può assumere il linguaggio architettonico in ambiente rurale.

I due progetti, vincitori rispettivamente di un premio pari a 60.000 e 20.000 euro, sono stati selezionati da una lista di 383 opere provenienti da 38 paesi. Prima di decretare i risultati la giuria, presieduta da Dorte Mandrup, ha visitato personalmente i 5 progetti finalisti insieme agli autori dei progetti, i committenti e gli utenti.

La cerimonia di premiazione si svolgerà martedì 7 maggio al Padiglione Mies Van Der Rohe di Barcellona.


© Philippe Ruault

Trasformazione di 530 appartamenti - Grand Parc Bordeaux

Lacaton & Vassal architectes, Frédéric Druot Architecture e Christophe Hutin Architecture

Il progetto rientra nella prima fase di un programma di rinnovamento più ampio della Cité du Grand Parc a Bordeaux, un insieme di 4.000 appartamenti costruiti negli anni '60 da lungo tempo considerato un luogo senza attrattive da parte della città.

Il progetto di Lacaton & Vassal architectes, Frédéric Druot Architecture e Christophe Hutin Architecture riqualifica tre di questi immobili per un totale di 530 appartamenti, ottimizzando gli spazi e portando una nuova qualità di vita agli inquilini.

Riapplicando infatti un principio già utilizzato nella torre Bois-le-Prêtre a Parigi, i progettisti hanno sovrapposto alla facciata esistente una griglia modulare che offre ad ogni appartamento una superficie abitabile supplementare, utilizzabile come stanza, terrazza o giardino d'inverno.

"In un periodo storico in cui le commissioni responsabili dell'abitare sociale chiedono una riduzione della superficie degli appartamenti, i volumi qui sono invece stati aumentati - ha sottolineato la giuria - portando così dignità e un valore aggiunto all'individuale e al collettivo".

La trasformazione, realizzata senza chiedere agli inquilini di lasciare il loro appartamento, ha permesso di fare notevoli economie rispetto alla logica della demolizione/ricostruzione, conservando al massimo l'edificio esistente e sviluppando nelle estensioni soluzioni concrete ai problemi di dispersione energetica, il tutto senza richiedere un aumento di affitto agli occupanti.

"Il complesso" - conclude la giuria - "rappresenta un'opportunità per l'abitare sociale, una scelta basata sull'ottimismo e la modernità, piena di generosità, che dà un nuovo volto all'architettura e alle sue possibilità".


© Philippe Ruault


© Philippe Ruault

Réfectoire scolaire à Montbrun-Bocage

studio BAST

Il progetto, situato ai piedi dei Pirenei francesi, nell'Alta Garonna, è stato commissionato dal comune di Montbrun-Bocage per completare un complesso scolastico esistente che ospita 61 allievi.

Il nuovo refettorio chiude fisicamente il cortile della scuola con un fabbricato trasparente che lascia aperta dall'interno del complesso la vista verso il paesaggio circostante.

La giuria ha apprezzato l'esecuzione estremamente precisa e le scelte progettuali che hanno preso in considerazione il villaggio e il contesto naturale circostante per creare un'opera rispettosa dell'ambiente anche con un budget limitato.

Benjamin Aubry, architetto ed esperto del EU Mies Award, ha infine sottolineato come in quest'opera "la semplicità delle installazioni e della costruzione permettano di proporre grandi spazi pieni di poesia e fruibili in modo ottimale".

© BAST

Maggiori informazioni: https://eumiesaward.com/

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: