Esame di stato architetto 2020, un'unica prova orale a distanza per la prima sessione

A pochi giorni dal decreto del ministro dell'Università e della Ricerca sul differimento dei termini, ecco un'altra importante novità per chi deve sostenere l'esame per l'abilitazione all'esercizio della professione di architetto, paesaggista, pianificatore territoriale, architetto iunior e pianificatore iunior.

Sul sito del Miur è stato pubblicato il Decreto Ministeriale n.57 del 29 aprile 2020 che in deroga alle disposizioni normative vigenti, sancisce che, per la prima sessione dell'anno 2020, l'esame di Stato delle professioni regolamentate dal D.P.R. n. 328/2001, nonché delle professioni di odontoiatra, farmacista, veterinario, tecnologo alimentare, dottore commercialista, esperto contabile e revisore legale, è costituito da un'unica prova orale svolta con modalità a distanza.

Sul decreto si legge anche che gli atenei dovranno garantire che la prova orale verta su tutte le materie previste dalle specifiche normative di riferimento e che sia in grado di accertare l'acquisizione delle competenze, nozioni e abilità richieste dalle normative riguardanti ogni singolo profilo professionale.

VEDI ANCHE

ESAME DI STATO ARCHITETTO, slitta a luglio la prima sessione 2020
nuove date e scadenze

pubblicato in data: