testo a cura di

L'idea è dell'head operation del gruppo, Nicola Foschini, che ha immaginato gli alberghi del gruppo quali destination hotel e, a tale fine, ha coinvolto YACademy - istituto internazionale di punta nell'ambito della progettazione architettonica - e la firma danese Bjarke Ingels - nella figura dell'arch. Giulio Rigoni - per guidare un gruppo di alumni dell'academy in un brainstorming creativo che, nell'arco di un mese, ha portato suggestioni per immaginare una Bologna più bella, verde e sostenibile, grazie alla presenza degli alberghi del gruppo.

La ricerca - a cui hanno partecipato 8 architetti da 5 nazioni diverse - è partita da un disegno di riqualificazione delle facciate del Royal Carlton: una location unica di Bologna con il proprio giardino eclettico, che richiama - con padiglioni, piscina e palme - scenari esotici molto in voga fra gli anni 80' e 90', ma che oggi necessitano di un sostanziale aggiornamento.

Il desiderio era immaginare un magnifico giardino che risalisse la facciata per entrare in ciascuna camera attraverso i balconi di cui il fronte strada è particolarmente ricco. In questo modo gli ospiti dell'albergo - e non solo - potranno godere di un'esperienza di quiete e immersione nella natura persino in una location prettamente urbana quale quella del Royal Carlton.

Il progetto, inoltre, non esaurisce le proprie ambizioni sulla singola location: "Mi piace immaginare gli alberghi del gruppo quali icone disseminate nella città - ha dichiarato Foschini - che la rendano più verde, più piacevole e sostenibile, trasmettendo, attraverso l'architettura, l'impegno nella sostenibilità del gruppo, e la responsabilità del medesimo nel tessuto sociale ed urbano nel quale si trovi ad operare: ogni albergo deve essere un'oasi di pace, capace di rendere migliore la porzione della città nella quale si collochi.".

"L'impegno del gruppo Monrif è certamente meritorio - conclude Cecchini, direttore e fondatore di YACademy - in quanto combina la sensibilità di una delle più prestigiose firme dell'architettura contemporanea, con l'inclusione e la formazione di giovani talenti, espressa dalla partecipazione di giovani della nostra academy: siamo certi che simile ricerca abbia portato a risultati entusiasmanti, destinati ad un esito fortemente positivo".

Sono ancora aperte le candidature all'edizione 2022 di YACademy!
per maggiori informazioni e iscrizioni, visitare il sito → yacademy.it

Contatti
studenti@yacademy.it

vedi anche...