SCIA o DIA? La babele normativa.

Alla Casa dell'Architettura di Roma, dopo l'entrata in vigore della SCIA, si è svolto un confronto fra professionisti ed alcuni fra i maggiori esperti sul tema della semplificazione edilizia. Per chi l'avesse perso, sono sul web i video del convegno.

up-to-date

Si è tenuto a Roma un convegno in cui professionisti e illustri giuristi, fra cui uno dei promotori delle nuove norme, hanno parlato di semplificazione delle procedure edilizie, dopo l'entrata in vigore della SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività).

Alla Casa dell'Architettura di Roma, si sono confrontati sull'argomento alcuni fra i maggiori esperti sull'argomento semplificazione edilizia, fra cui il prof. Paolo Stella Richter, Ordinario di Diritto Amministrativo e docente presso la Facoltà di Giurisprudenza della LUISS, il dott. Pietro Falcone, Consigliere di Stato, entrambi particolarmente polemici e scettici sull'efficacia e sull'applicabilità all'edilizia delle ultime novità normative. In contrapposizione il dott. Giuseppe Chinè, capo ufficio legislativo del Ministro per la semplificazione normativa Calderoli, che ha difeso i presupposti degli ultimi interventi legislativi, oltre a fornire il punto di vista di chi ne è convinto dell'utilità, avendone partecipato alla stesura.

A rappresentare i dubbi e le istanze degli architetti e del mondo della progettazione in generale, il presidente dell'Ordine di Roma, Amedeo Schiattarella, il presidente del Consiglio Nazionale, Massimo Gallione, oltre agli architetti Fabrizio Pistolesi (vice presidente Ordine di Roma), Livio Mandrile (Comune di Torino) e Mario Berti (Comune di Venezia), che del tema della semplificazione normativa sui procedimenti edilizi si occupano ormai da anni operando sul campo fra mille difficoltà e modifiche continue delle leggi.

Per chi non avesse partecipato all'evento, e vuole approfondire l'argomento, sono disponibili sul web tutti i video del convegno La babele normativa.

Parlando di semplificazione in edilizia, non possiamo non citare un articolo di Guido Inzaghi apparso su il Sole 24 Ore dello scorso lunedì. Ne riportiamo l'incipit per anticiparne il contenuto: "Otto diversi titoli edilizi, che si declinano in 24 diverse procedure per la loro formazione. Il quadro normativo, oggi, è questo, nonostante i tre interventi legislativi degli ultimi mesi - illustrati negli articoli in questa pagina - tutti con l'obiettivo dichiarato dello snellimento procedurale." Si potrebbe anche dire "a causa degli ultimi interventi legislativi", e nonostante le buone intenzioni.

Per approfondire

La babele normativa. I video del Convegno nazionale sulla semplificazione delle procedure edilizie, dopo l'entrata in vigore della SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività).

Otto permessi per aprire i cantieri. La semplificazione moltiplica gli adempimenti dei privati. articolo di Guido A. Inzaghi su il Sole 24 Ore di lunedì 18/10/2010.

SCIA: note di approfondimento da parte dell'Ance

SCIA: coordinamento con la legge edilizia vigente e sua incostituzionalità

pubblicato in data: