DPR 380/2001

tag DPR 380/2001

Ok al restauro con cambio di destinazione d'uso: dopo la sentenza shock la "manovrina" riporta l'ordine

Ok al restauro con cambio di destinazione d'uso: dopo la sentenza shock la "manovrina" riporta l'ordine
Se compatibile con il carattere tipologico, formale e strutturale dell'edificio e se conforme alle prescrizioni del piano regolatore e dei piani attuativi, il cambio di destinazione d'uso è ammesso anche in caso di interventi di restauro e risanamento conservativo. È la risposta del Parlamento alla recente sentenza della Cassazione.

Il Collegato ambientale è legge, modificato il TU Edilizia. Sconti per manufatti leggeri

Il Collegato ambientale è legge, modificato il TU Edilizia. Sconti per manufatti leggeri
Agli atti riguardanti la tutela dal rischio idrogeologico non si applica il silenzio assenso
Disco verde al provvedimento che introduce novità in materia di green economy. Introdotte modifiche al DPR 380 del 2001 con l'obiettivo di rafforzare la tutela dell'assetto idrogeologico. Arrivano sconti per manufatti leggeri diretti a soddisfare esigenze temporanee o ricompresi in strutture ricettive all'aperto.

Demolizioni - ricostruzioni e nuove costruzioni. Il Consiglio di Stato dice la sua

Demolizioni - ricostruzioni e nuove costruzioni. Il Consiglio di Stato dice la sua
C'è un confine che separa le ristrutturazioni dalle nuove costruzioni nel caso di demolizioni e ricostruzioni. A ripercorrerne la linea di demarcazione è il Consiglio di Stato che afferma, in una sentenza, che rientrano nel campo della ristrutturazione edilizia gli interventi di demolizione e ricostruzione ma solo se hanno identità di volumetria e di sago

Sblocca Italia, sì al Regolamento edilizio unico. Novità per edilizia e antincendio

Sblocca Italia, sì al Regolamento edilizio unico. Novità per edilizia e antincendio
La Camera licenzia lo Sblocca Italia. Viene introdotto il Regolamento edilizio unico, cambia l'asseverazione da affiancare alla CIL, l'aggiornamento catastale "automatico" e senza Docfa vale solo se c'è la comunicazione di fine lavori. Più responsabilità ai dirigenti che non sanzionano gli abusi in zone a rischio idrogeologico.

Sblocca Italia: niente Docfa per la manutenzione straordinaria. Le semplificazioni in Gazzetta

Sblocca Italia: niente Docfa per la manutenzione straordinaria. Le semplificazioni in Gazzetta
La Comunicazione di inizio lavori asseverata viene estesa anche a frazionamenti ed accorpamenti. I tempi del permesso di costruire non possono essere più raddoppiati automaticamente nei Comuni con più di 100mila abitanti. Niente più Docfa per le opere soggette a CIL e CILA. Queste ed altre le nuove previsioni del Testo Unico.