Architettura e smart city, atterra a Piacenza il cubo tecnologico

ricerca scientifica, innovazione e progettazione architettonica a servizio delle città del futuro

Design, tecnologia e ricerca si fondono insieme in un’architettura temporanea. Nella piazza principale di Piacenza arriva e-QBO, un cubo multifunzionale dalla forma essenziale, pensato per le esigenze della città del futuro. La piccola scatola è in grado di accumulare energia attraverso la sua “pelle” fotovoltaica e di metterla a disposizione gratuitamente alla comunità. e-QBO ha girato il mondo, dopo aver fatto tappa a Milano, e poi nel Parco archeologico di Selinunte, ad Abu Dhabi, il monolite giunge a piazza Cavalli, una delle più importanti della città emiliana, pronto ad accogliere il programma di eventi di Ungiorno3.

 

Il cubo tecnologico nasce da un progetto ideato e disegnato dall’architetto Romolo Stanco, sviluppato dalla start up innovativa T°RED con la supervisione scientifica di RSE – Ricerca Sistema Energetico. Nasce in piazza San Fedele a Milano dove è rimasto per 3 mesi ospitando una performance di video arte. Sono seguite due importanti manifestazioni internazionali (Innovation Cloud e Made Expo) e un viaggio in Sicilia, all’interno del Parco Archeologico di Selinunte in occasione di Architects meet in Selinunte, importante festival di architettura internazionale. In ultimo è volato ad Abu Dhabi per rappresentare l’Italia al World Future Energy Summit: ICE – Istituto Commercio Estero e i Ministeri degli Esteri e dello Sviluppo Economico lo hanno infatti riconosciuto quale simbolo delle attività e delle proposte per le smart city e il futuro urbano, grazie alla sua capacità di unire energia ed estro creativo.

L’architettura accumula energia attraverso l’involucro fotovoltaico e la restituisce alla città sotto forma di servizi. L’energia viene sfruttata per le funzioni interne del cubo e può essere utilizzata per l’illuminazione cittadina, per connessioni wi-fi, per comunicazioni audio e video interattive, acquisizione e restituzione dati e per la ricarica di apparecchi elettronici e veicoli elettrici.

L’unione di progettazione e ricerca ha permesso di giungere in breve tempo a una architettura-prodotto che funziona da manifesto, concreto e di grande impatto dei temi legati alla città del futuro e al tempo stesso da “contenitore” flessibile, affascinate ed energeticamente indipendente per attività commerciali o culturali temporanee.

A Piacenza, infatti, e-QBO è diventato il punto di riferimento di un ricco programma di eventi che fanno capo a Ungiorno3, si tratta di iniziative, legate al design, alla tecnologia, alla ricerca, all’architettura 2.0, alla sostenibilità, alla mobilità, all’arte, alla fotografia, al mondo digitale e a molto altro, tutte aperte al pubblico. 

Un progetto di: Romolo Stanco Architectural Workshop I T°RED I RSE – Ricerca Sistema Energetico
Technical Supplier: Sunerg Solar, FIAMM, LAM 32, Legnami Malaspina, Niccolai cristalli arredamento, 3D Arredamenti

Partner: Gas Sales, BCC – Banca Centropadana Credito Cooperativo, Pronto Informatica, Telema, Asia Servizi
Grazie a: Studio di ingegneria Marco Gallonelli , GSF Carpenteria Metallica, Carrozzeria Passerini, Saib, Marel soluzioni elettriche, Electrolux, Resmini Luce, Feligan.

Con il supporto di: Comune di Piacenza

pubblicato in data:

,