I giovani artisti per una nuova “lettura” delle Residenze Sabaude

Sono Fabrizio Chiarucci, Giuseppe Fanizza, Federica Gonnelli e Viola Pantano i quattro artisti vincitori del bando #CrossHeritage. Giovani artisti per le Residenze Sabaudeun progetto della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte nell’ambito del Piano dell’Arte Contemporanea 2013, finanziato dal MiBACT.

Quattro le dimore storiche: Palazzo Reale, Villa della Regina, Castello di Agliè, Castello di Racconigi, identificate dal concorso, che chiedeva a giovani creativi, under 35, di pensare alla produzione di una o più opere, di carattere grafico, fotografico, video, digitale per il web, da realizzare per le residenze. Ai partecipanti il compito di individuare un progetto di “lettura” delle stesse, attraverso i mezzi offerti dall’arte contemporanea, e in particolare dalle tecnologie digitali e dai social network. Lo scopo ultimo: avvicinare il pubblico più giovane al patrimonio culturale.

Castello di Agliè 

La commissione esaminatrice composta da Marianna Vecellio (Castello di Rivoli), Guido Curto (Accademia Albertina) e Domenico Maria Papa (Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte) ha così espresso la motivazione sulla scelta effettuata, abbinando ciascun progetto a una delle Residenze previste nel bando:

Fabrizio ChiarucciProgetto “Infografica per le residenze sabaude”Palazzo Reale di Torino

Il progetto è finalizzato alla valorizzazione del patrimonio culturale delle residenze sabaude, attraverso innovativi sistemi di infografica da veicolare attraverso il web. L’attualità e l’immediatezza dei linguaggi utilizzati, insieme all’evidente ricerca creativa, rendono il progetto particolarmente adatto alla comunicazione verso il pubblico più giovane.

Giuseppe Fanizza – Progetto “Saubadian Selfies” – Castello Ducale di Agliè

Il progetto instaura un collegamento metaforico tra iconografia classica del ritratto ufficiale e la pratica del selfie, largamente usata negli ambienti web e nei social network. Avvicina, pertanto le qualità visive del patrimonio artistico delle residenze all’uso quotidiano del mobile, presso i visitatori delle residenze stesse. L’idea e la realizzabilità attraverso le diverse residenze è un tratto di sicura qualità del progetto.

Federica Gonnelli – Progetto “Caleidoscopio reale” – Castello di Racconigi

L’opera crea un luogo ipnotico in una sorta di caleidoscopio nel quale si riflettono frammenti della residenza. Lo spettatore è invitato a immergersi negli ambienti ricreati dall’artista accedendo a una nuova e inedita visita che si completa attraverso l’uso della rete. La capacità mostrata dall’artista di operare in contesti storici, recuperandone le tracce rappresenta una caratteristica di grande rilevanza.

Viola Pantano – Progetto “Rumor has it…” – Villa della Regina di Torino

Il progetto nasce da una approfondita ricerca del luogo e restituisce le caratteristiche visive delle residenze attraverso la fotografia digitale e panoramica, ricreando un ponte tra il luogo e lo spettatore, accompagnandolo alla conoscenza degli spazi e permettendo un approfondimento anche on line. L’uso delle tecnologie perfettamente calate nel contesto conferiscono al progetto particolare interesse.

Il 27 ottobre sono stati ufficialmente presentati a Palazzo Chiablese i progetti e fornito uno stato dei lavori delle opere in via di realizzazione. Durante il mese dell’arte contemporanea a Torino, sarà possibile inoltre visitare le Residenze Sabaude e gli allestimenti dei progetti realizzati.

 

pubblicato in data:

,