Podio italiano per il concorso Floating Room

Tra i 230 giovani professionisti under 35 che hanno partecipato al concorso per una camera flottante la giuria ha premiato le proposte che hanno mostrato una maggiore sensibilità al contesto: attraverso una diversificazione dei punti di vista, una relazione articolata con l’acqua unita ad una flessibilità degli spazi abitativi.

Il concorso Floating Room rientra nel percorso di sperimentazione di Archistart su tematiche turistiche. Il contest prevedeva la progettazione di una “special room” matrimoniale o doppia, con i relativi servizi, da collocare su specchi d’acqua naturali o artificiali.

Floating Room Competition | I vincitori

1° posto | NESSIE di Martino Pasqua | Italia

Un volume che si divide e si solleva, nascosto da un uniforme scansione di facciata lignea. Un articolazione in pianta che permette di distribuire in modo semplice ed efficace le diverse funzioni della camera. In particolare la giuria ha espresso la seguente motivazione: Il progetto si è distinto per una distribuzione spaziale articolata che favorisce la diversificazione dei punti di vista ed una relazione sempre diversa con l’acqua. Il manufatto si riflette e riverbera nell’acqua attraverso una facciata mutevole ed articolata che si lascia permeare generando una continuità visiva e spaziale unica con il contesto. La gerarchia assegnata ai volumi valorizza gli spazi di transizione che divengono l’elemento di maggiore contatto con lo specchio d’acqua.

2° posto | SEAMLESS di Eugenia Dubova, Sofia Pateyev | Russia – Italia

Motivazione giuria: La giuria ha apprezzato la forza concettuale ed evocativa del progetto. L’acqua diviene l’elemento caratterizzante ed attraverso il riverbero modifica la luce all’interno dell’ambiente costruito. Il manufatto definisce una relazione intima con lo specchio d’acqua consentendo una esperienza mutevole in armonia con il cambiare della luce e del riflesso dell’acqua.

3° posto | MIMESI | Michele Amadori

Motivazione giuria: La giuria ha particolarmente apprezzato la completezza e complessità funzionale racchiusa in un elemento puro e caratterizzato da una forma geometrica semplice. La relazione con il contesto e la flessibilità degli spazi e dei punti di vista consentono una fruibilità sensoriale mutevole nel tempo.

Menzione | FLOATING ROOM di Fred Delgado | Portogallo

Motivazione giuria: La giuria ha apprezzato il volume architettonico proposto caratterizzato da una volumetria complessa che ricava al suo interno una complessità spaziale e funzionale. E’ risultato molto interessante l’apertura verso il paesaggio che indirizza lo sguardo e definisce un ambito esterno abitabile. E’ stato particolarmente apprezzato il lavoro pratico di presentazione del progetto.

Menzione | LEVITAS di Tianhao Fu, Serena Liu, Han Zhu (淼) | America

Motivazione giuria: La giuria ha apprezzato l’originale approccio al tema e l’interpretazione del paesaggio ricostruito all’interno del volume del progetto. Il progetto favorisce una continua diversificazione del punto di osservazione.

Premio Social

Il Premio Social è quello assegnato dai voti ricevuti on line sul sito www.archistart.net. I tre progetti più votati sono:

  • Primo Classificato (440 likes) | SALLY – venture off path di STUDIOGRITT | India
  • Secondo Classificato (339 likes) | _FLR 01 di Vincenzo Polifroni | Italia
  • Terzo Classificato (175 likes) | ICEBERG di ZOĞAL Group | Azerbaijan

L’elenco completo dei progetti è disponibile on line.

pubblicato in data:

Archistart Notizie risultati concorsi