"Bonus mobili": dalle Entrate le indicazioni per effettuare i bonifici

Dall'Agenzia delle Entrate, le prime indicazioni per effettuare i bonifici e godere della detrazione del 50% per l'acquisto di arredi destinati ad immobili oggetto di ristrutturazione edilizia.

In attesa di conoscere l'esatto contenuto dell'articolo 16 del recente Dl n. 63 del 2013 come risultante dalla conversione in legge del decreto, attualmente all'esame del Parlamento, le Entrate forniscono le prime indicazioni sulle modalità di esecuzione dei pagamenti.

I contribuenti devono eseguire i pagamenti mediante bonifici bancari o postali, con le medesime modalità già previste per i pagamenti dei lavori di ristrutturazione fiscalmente agevolati.

Aggiornamento del 5 agosto 2013
La legge di conversione del Dl 63/2013 è in Gazzetta Ufficiale (Legge 90/2013). Accedi al testo coordinato.

Nei bonifici dovranno essere indicati:

    • la causale del versamento attualmente utilizzata dalle banche e da Poste Italiane SPA per i bonifici relativi ai lavori di ristrutturazione fiscalmente agevolati;
    • il codice fiscale del beneficiario della detrazione;
    • il numero di partita Iva ovvero il codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato.

Con successive comunicazioni - avvertono dalle Entrate - saranno forniti ulteriori chiarimenti sull'applicazione dell'agevolazione.

Per approfondire:

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: