Superbonus, in vigore la stretta sulla cessione del credito

Il Dl Sostegni ter è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale

pubblicato il:

Il decreto Sostegni ter è approdato nella Gazzetta ufficiale del 27 gennaio ed è entrato in vigore lo stesso giorno della pubblicazione. L'articolo 28 conferma la stretta sulla cessione dei crediti relativamente al Superbonus e agli altri bonus edilizi. Dunque il credito spettante può essere ceduto all'impresa o alle banche e agli altri intermediari finanziari, che però non possono più cederlo a loro volta.

La stessa stretta viene applicata anche allo sconto in fattura: l'impresa può cedere il credito maturato ma poi non sono consentiti ulteriori passaggi. 

Oltre al Superbonus, sono coinvolti nel giro di vite: l'ecobonus, il bonus ristrutturazioni, il sisma-bonus e il bonus facciate. La misura nasce per contrastare le frodi e ha suscitato forti reazioni da parte dei vari attori della filiera delle costruzioni, tra cui l'Ance e la Rete delle professioni tecniche di cui fa parte anche il Consiglio nazionale degli Architetti, preoccupati dell'effetto frenante che le nuove misure potranno avere in particolare sul Superbonus appena da poco decollato.

Il testo del Dl Sostegni ter pubblicato in Gazzetta ufficiale

Stop dunque alle cessioni reiterate, ad eccezione dei crediti che alla data del 7 febbraio 2022 sono stati precedentemente oggetto di una delle due opzioni (sconto in fattura o cessione del credito). Per essi è consentita esclusivamente un'ulteriore cessione ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari.

I contratti di cessione che non rispettano le regole appena introdotte sono considerati nulli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA