Il calcolo parcella di architetti e ingegneri secondo il DM 17 giugno 2016 (decreto Parametri)

In vista dell'imminente correttivo del Codice degli appalti, aggiorniamo il nostro modulo online per il calcolo dei compensi professionali di architetti e ingegneri a base d'asta negli appalti di opere pubbliche, ai sensi del D.Lgs. del 18 aprile 2016, n. 50 (Codice degli appalti), e del relativo DM Giustizia del 17 giugno 2016.

Abbiamo pubblicato l'aggiornamento del nostro modulo gratuito online per il calcolo dei compensi professionali di architetti e ingegneri da porre a base d'asta negli appalti di opere pubbliche, come previsto dal Decreto Legislativo del 18 aprile 2016, n. 50 (Codice degli appalti), e dal relativo regolamento del Decreto del Ministero di Giustizia del 17 giugno 2016.

Calcolo on-line compenso professionale Architetti e Ingegneri
(D.M. 17 giugno 2016, D.Lgs 50/2016 ex D.M. 143 del 31 ottobre 2013)

Il nuovo Decreto Parametri riporta le stesse identiche tabelle usate nel DM 143/2013 per il calcolo delle parcelle di architetti e ingegneri. Su sollecitazione dei nostri lettori, per ribadire che il nostro modulo di calcolo è tuttora utilizzabile come strumento professionale aggiornato, abbiamo rivisto le indicazioni e i riferimenti normativi, aggiornata la grafica e alcune funzionalità.

Con l'occasione abbiamo voluto riportare alcuni dei suggerimenti ricevuti in questo frattempo, in particolare il miglioramento della funzione di stampa - che aveva qualche problema di compatibilità in presenza di AdBlock - ma soprattutto abbiamo aggiunto alcune notazioni che favoriscono la comprensione del metodo di calcolo usato. Voce per voce sono esplicitati il valore dei parametri V, P, G e Q, che moltiplicati ne costituiscono il compenso.

L'uso del modulo è ovviamente gratuito, come vuole da sempre la nostra politica di libera condivisione di contenuti e di strumenti di utilità per la professione.

Rimaniamo in attesa dell'approvazione del Decreto Legislativo correttivo del Codice degli appalti. Secondo quanto dichiarato dal Consiglio dei Ministri nel comunicato stampa n° 14 di giovedì 23 febbraio 2017,  verrà presto ripristinata l'obbligatorietà dell'uso dei parametri per calcolare i compensi a base di gara.

pubblicato in data: