Il calcolo parcella di architetti e ingegneri secondo il Decreto Parametri 143/2013

È online il nostro modulo per il calcolo dei compensi professionali da porre a base di gara nelle procedure di affidamento di contratti pubblici dei servizi relativi all'architettura ed all'ingegneria. Si tratta dei compensi di architetti e ingegneri previsto dal DM 143/2013 (Decreto Parametri Bis). Si affianca ai nostri due tool per il calcolo delle parcelle, tuttora in vigore, previste dal DM 140/2012 (Determinazione dei parametri per la liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi per le professioni tecniche) e dal DM 04.04.2001 (Calcolo Tariffa Architetti ed Ingegneri per Opere Pubbliche).

Il confronto fra i diversi sistemi di calcolo è particolarmente importante, visto che "... il corrispettivo non deve determinare un importo a base di gara superiore a quello derivante dall'applicazione delle tariffe professionali vigenti prima dell'entrata in vigore del medesimo decreto-legge" (art. 1, comma 4 del DM 143/2013).

calcolo compensi professionali DM 143/2013 calcolo compensi professionali DM 140/2012

Le novità: scaglioni e spese accessorie

La reintroduzione di parametri a "scaglioni", retaggio dei metodi di calcolo delle tariffe del secolo scorso, ha fatto sì che il calcolo dei compensi per alcune tipologie di prestazioni possa risultare particolarmente laborioso. L'introduzione di spese ed oneri accessori per un massimo di, concede poi molti margini di discrezionalità alle Amministrazioni, fino al 25% di ribasso per gli importi minori.

Per certi aspetti un passo indietro rispetto alle semplificazioni introdotte nel Decreto dell'anno precedente, il DM 140/2012. Se confrontiamo i risultati derivanti dai vari sistemi, comprensivi di spese, in molti casi vedremo che le differenze possono essere anche di poco conto. Togliendo le spese, invece, possiamo constatare come i professionisti siano stati di fatto penalizzati.

Uno strumento anche per i professionisti

Ricordiamo che il Consiglio Nazionale Architetti ha spiegato in una circolare di chiarimento (circolare 34/2012)  che un professionista può scegliere liberamente i parametri con cui calcolare l'importo delle sue parcelle, da attingere naturalmente solo come termine di valutazione. Possiamo quindi utilizzare come riferimento le ex tariffe per i lavori privati (legge 143/1949) o per i lavori pubblici (DM 4/4/2001) oppure i nuovi parametri, di certo più aggiornati nelle tipologie di prestazioni.

Confronta le varie tariffe professionali (in ordine cronologico inverso)

Calcolo compensi da porre a base di gara nelle procedure di affidamento di contratti pubblici dei servizi relativi all'architettura ed all'ingegneria (D.M. 143 del 31 ottobre 2013)

Calcolo compenso professionale per le professioni dell'area tecnica (D.M. 140 del 20 luglio 2012)

Calcolo Tariffa Architetti ed Ingegneri per Opere Pubbliche (D.M. 04/04/2001)

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: