Un’alga per Venezia

La competizione indetta in occasione dei dieci anni della rivista internazionale di architettura 2G aveva come scopo individuare ipotesi progettuali di trasformazione della laguna di Venezia in un “parco” di cui la città potesse riappropriarsi come paesaggio integrato nel territorio circostante. Il  carattere teorico del concorso e la partecipazione riservata a studenti e architetti con meno di quarant’anni hanno contribuito a interpretare il tema in un’ottica di apertura al futuro e riqualificazione ambientale.

La giuria, riunitasi ai primi di dicembre, ha dovuto inizialmente vagliare 489 proposte, riferite alle idee di “Parco Urbano” e di “Prototipi Lagunari” (2gcompetition.com) richiesti dal bando: alla fine il primo premio, associato a 10000 euro, è stato attribuito al gruppo composto da Thomas Raynaud e Cyrille Berger.

La proposta dei due francesi, contrassegnata dallo slogan “Drip Feed”, prefigura la coltivazione di ulva rigida, un’alga, sulla Sacca San Matteo  – “un’ ex-barena [fondo lagunare che emerge per lungo tempo con la bassa marea e in cui si può sviluppare la vegetazione, De Mauro (demauroparavia.it)] circondata dalla laguna, che da oltre 25 anni è stata adibita a discarica di materiali inerti provenienti dalle ristrutturazioni edili di edifici del centro storico” (inertitalia.com): gli organismi vegetali dovrebbero convertire gli agenti nocivi in energia pulita, rendendo possibile “usi e intepretazioni diverse” della laguna, trasformata in “spazio pubblico“.

Secondo quanto evidenziato dagli stessi autori, il progetto si basa sul sistema GreenFuel, “concepito per rimuovere efficacemente i composti del carbone e del nitrogeno, così come altri inquinanti, provenienti dal flusso degli scarichi delle ciminiere industriali, creare aria pulita e produrre nel processo biomasse di alghe di alta qualità…” (greenfuelonline.com).

Il secondo premio di 5000 euro è andato invece a Johanna Irander, Nicole Carstensen, Nicolò Riva, NunoGonçalves Fontarra e Samuel Austin (500M APART). I giurati hanno inoltre attribuito le seguenti menzioni speciali: FJ749 (The Batrachian And TheWader) di Gauthier Le Romancer e Guillaume Derrien (Francia); Homo Lacunaris di Michele Brunello, Giovanni Roncador e  Constantina Verzi (Italia); Instant Gel di Josep Tornabell Teixidor, Gerard Bertomeu, Miriam Cabanes ed Enrique Soriano (Spagna); Novissimissime di Giacomo Summa, Paolo Capri, Andrea Zanderigo, Pier Paolo Tamburelli, Silvia Lupi, Francesca Torzo, Vittorio Pizzigoni, Lorenzo Laura e Chiara Pastore (Italia); Proto di Pierre Bélanger, Ed Zec e Behnaz Assadi (Canada); The Merchants Of Venice, di  Anders Berensson e Ulf Mejergren (Svezia); Transhumans di Aymeric Olry e Jeremy Bernier (Francia).

2G Competition – Venice Lagoon Park (da 2gcompetition.com)

Primo Premio
Drip Feed, tavola 1 e 2

Secondo Premio
500M Apart, tavole

Menzioni

FJ749 (The Batrachian And The Wader), tavole  

Homo Lacunaris, tavola 1 e 2

Instant Gel, tavola 1 e 2

Novissimissime, tavola 1 e 2

Proto, tavole

The Merchants Of Venice, tavole

Transhumans, tavole

pubblicato in data:
ultimo aggiornamento:

Notizie Parco Urbano risultati concorsi nazionali rivista 2G Venezia