For Cyclist: i vincitori del contest ispirato al mondo della bicicletta

Leonardo Lenzi: «Presto i progetti diventeranno prototipi»

Una selezione di oltre sessanta idee, tutte ispirate al mondo della bicicletta. Sono i progetti partecipanti a “For Cyclist”: primo concorso internazionale di design legato all’universo del ciclismo. «I progetti sono pronti a diventare prototipi e forse anche prodotti» anticipa Leonardo Lenzi, tra i promotori della competizione.

La selezione si chiude con un bilancio positivo: buona la partecipazione e la qualità dei progetti. La giuria del concorso composta dal designer Marc Sadler, da Cecilia Chiarantini, designer e docente IED Firenze, dall’architetto Laura Calligari di Arredativo.it, dall’architetto Francesco Fanfani, rappresentante di Ciclica, da Giovanni Morozzo della Rocca, rappresentante BFF Italia e dai rappresentanti dei Consorzi del Riciclo, hanno decretando vincitore il progetto “Pooly, perché chiamarlo cestino..chiamiamolo Pooly!” del Gruppo DA_MA (Daniele Barbieri e Martina Cattini). Si tratta di un contenitore da applicare alla bicicletta pratico e funzionale che interpreta a pieno lo spirito del concorso.

Secondo classificato il progetto “Leonardo” di Diego Marinelli. Dagli scarti della lavorazione del legno e da una catena di bicicletta usata nasce un prodotto di design polifunzionale che può funzionare da sottopentola o da alzatina per notebook.

Al terzo posto, ex-equo, si posizionano invece ben tre progetti: “ARCh” di Manuel Coletto e Giacomo D’Ugo, “Piedistallo” di Nicola Bonriposi, “Calza Catene” di Andrea Straniti. “ARCh” è un progetto legato a chi vive la bicicletta in città tutti i giorni, il risultato è sia una lampada a LED, sia un sistema per sostenere la bicicletta in ambito urbano. “Piedistallo” invece è un progetto che interpreta la bici come status symbol e si propone quindi come piedistallo per elevarla e celebrarla. “Calza Catene” è infine un progetto funzionale per biker addict, che nasce per risolvere il problema della fuoriuscita della catena senza sporcarsi le mani. L’oggetto è pensato in plastica riciclata e costituito da un unico blocco.

Tre le menzioni speciali attribuite ai progetti “UP” mensola portabici – svuotatasche, “Bulb” e “Svaso”.

«Il concorso ha messo in luce la capacità dei progettisti di accettare la sfida lanciata, creando oggetti innovativi e originali, capaci di sfruttare l’ampia gamma di materiali provenienti dal riciclo» afferma Leonardo Lenzi di Arredativo.it, tra i promotori del concorso. «Siamo soddisfatti – continua – di aver messo in evidenza il design applicato allo stile di vita dei ciclisti. La bicicletta resta un mezzo contemporaneo e innovativo, sta ai designer saper interpretare i bisogni dei ciclisti contemporanei. Penso che il concorso abbia visto l’arrivo di progetti pronti non solo a diventare prototipi ma forse veri e propri prodotti».

I progetti vincitori e menzionati saranno raccontati nelle pagine di Arredativo.it nei prossimi mesi ed esposti dopo la realizzazione del primo prototipo, in un evento dedicato.

web www.forcyclists.com | http://www.ciclica.cc/ | http://www.arredativo.it/

pubblicato in data: