“A house for..” i vincitori del concorso bandito da Opengap

Al primo posto una casa per pescatori, ideata da un progettista colombiano

Progettare una casa per un personaggio a scelta: storico o vivente, reale o inventato, di qualsiasi origine o nazionalità. Per gareggiare al concorso di idee, organizzato dalla piattaforma Opengap, i concorrenti si sono dovuti confrontare con un tema solo apparentemente semplice: la progettazione di un’abitazione per un cliente “speciale”, stabilendo una relazione identitaria tra la casa ed il suo proprietario e tra l’edificio e il suo contesto, scelto, quest’ultimo, liberamente. 

I progettisti che meglio hanno messo in relazione l’abitazione con l’identità del personaggio, esplorando i limiti e le regole della composizione architettonica, sono stati scelti dalla giuria composta dagli architetti Pablo Alexanderson (Alexanderson Arquitectos), Francisco Gutierrez (CoA Arquitectura), Jorge Ambrosi (Ambrosi + Etchegaray).

Per ispirarsi nella progettazione i vincitori hanno scelto come personaggi: un pescatore; Alberto Giacometti, scultore e pittore svizzero morto negli anni Sessanta e le cui opere sono tra le più pagate al mondo; e Joseph Beuys, artista tedesco, molto attivo tra gli anni Sessanta e Settanta del Novecento, grande estimatore ed amico di Andy Warhol.

Al primo posto

Una casa per un pescatore, Cristhian Sánchez (Colombia)

Al secondo posto

Una casa per Joseph Beuys, Eduardo Delgado Torres (Messico)

Al terzo posto

Una casa per Alberto e Annette Giacometti, Rui Rocha (Portogallo)

Gallery dei progetti vincitori e menzionatiwww.opengap.net

pubblicato in data:

,