I vincitori del concorso Green Academy. Argento al team italiano Synapsis. In giuria Mario Cucinella e lo studio Koolhaas

Young Architects Competitions, promotore del concorso di idee Green Academy, conclusosi lo scorso 1 agosto, annuncia i nomi dei vincitori accuratamente selezionati dalla giuria, tra cui spiccano i nomi di Mario Cucinella e lo studio OMA di Rem Koolhaas.

Il concorso ha visto la partecipazione di ben 300 studi di architettura, di 94 nazioni differenti, che si sono sfidati per la riqualificazione di un’ex cartiera emiliana per trasformarla in un centro di ricerca e formazione interamente dedicato alla green-economy.

Il primo premio è andato al team Maher McCarthy Parker, seguito dalla squadra Made in Italy Synapsis e dagli svizzeri di Future.

I risultati del concorso internazionale di idee Green Academy

1° posto / “Maher McCarthy Parker” – Michael McCarthy, Tom Parker e Paul Maher

Il primo premio è stato assegnato al team Maher McCarthy Parker composto dagli architetti Michael McCarthy, Tom Parker e Paul Maher. Il loro progetto si basa sulla monumentalità ed inserisce il complesso in una nuova struttura che, lasciando ben leggibile l’edificio esistente, genera un’architettura unitaria, costituita da una successione di spazi eleganti e capaci di dare nuova identità al complesso.

2° posto / “Synapsis” – Domenico Faraco, Michele Caltabiano, Ilaria Gizzi, Emilio Maria Rocchi Cartoni, Chiara Bolasco e Maurizio Giodice

La medaglia d’argento è tutta italiana, grazie al team Synapsis, composto dagli architetti Domenico Faraco, Michele Caltabiano, Ilaria Gizzi, Emilio Maria Rocchi Cartoni, Chiara Bolasco e Maurizio Giodice. Il loro progetto, basato sul minimo intervento per la massima valorizzazione della struttura esistente, oltrepassa le funzioni richieste nel bando e propone una destinazione d’uso abitativa, introducendo degli appartamenti per far sperimentare ai visitatori uno stile di vita ecosostenibile. All’interno del complesso è presente una palestra per la produzione di energia elettrica e una sala interattiva per controllare i consumi energetici dell’intera struttura.
Il progetto ha colpito la giuria per l’efficace dialogo tra la leggerezza delle nuove strutture lignee e la pesantezza materica delle architetture in cemento armato, dipinte di bianco per conferire un tocco di eleganza al complesso.

3° posto / “Future” – Amr Alaaeldin Elesawy, Christina Nakhle, Hans-Christian Rufer ed Alaa Attia

Il terzo posto del podio è stato occupato da un team svizzero, Future, composto dagli architetti Amr Alaaeldin Elesawy, Christina Nakhle, Hans-Christian Rufer ed Alaa Attia. La loro soluzione è stata apprezzata principalmente per l’eleganza con cui rispetta e valorizza la natura dell’edificio esistente, aggiungendo semplicemente pochi e leggeri elementi di vetro e policarbonato.
La protagonista assoluta rimane la struttura antica, della quale vengono amplificate la monumentalità e l’eleganza grazie ad uno splendido giardino d’inverno e un camino solare che garantisce il controllo della luce e della temperatura.

Menzioni d’onore “GOLD”

La giuria ha assegnato 4 menzioni d’onore ai team jeongchoiDIVERSERIGHESTUDIO, AI studio e TEAM RR.


Team “jeongchoi” – Daegeon Jeong, Sylvia Soohee Choi


Team “DIVERSERIGHESTUDIO” – Simone Gheduzzi, Nicola Rimondi, Gabriele Sorichetti, Marco Bergamo, Gabriele Berti, Margherita Gavazzi, Linda Tonin, Arianna Vacchi Suzzi


Team “AI studio” – Andrada Ispas, Alexandra Sinitaru


Team “TEAM RR” – Jeroen de Haas, Jeroen Lemans, Stefan de Vos, Mathijs Tabbers, Sjoerd Broek

Menzionati e finalisti del concorso Green Academy

La giuria ha individuato anche menzionati speciali e finalisti le cui proposte si sono distinte rra le numerose pervenute per originalità e creatività.

Le 10 menzioni speciali sono andate ai team London Team, BPV ARQUITECTOS, YeS Design, BPGM, Scott Raper, ZUKOWSKI, Damiani Sashko, Danilo Chiesa, Suburban Monks e HS.

I finalisti sono MVM, SO/AP, Priou Grossi Les Ateliers, Madeln84, Dangelo Tran, Polychrome Architects, MORIGIN, DeS BEAN, Maxime Lécuyer, Clipperton, Rajeeb + Christine, IDCS, Unicam sad, ATOLLS, Liga, EArquitectos, MY, CCArch, Lightbulb, ArchiBuild Design & Construction, TurinArch, CC+180°, Sparch_SAKELLARIDOU PAPANIKOLAOU ARCHITECTS, team maryland, dyky, Beta, Robert Pepe, team, ns e NEST Atelier.

Informazioni

www.youngarchitectscompetitions.com

pubblicato in data:

,