Una facciata che “rispecchia” le architetture del luogo: l’idea di d2w studio per la piazza di Casalbuono

È d2w studio il team vincitore del concorso di idee bandito dal Comune di Casalbuono, in provincia di Salerno, per individuare la soluzione progettuale più idonea per la riqualificazione di Piazza Croce e del mercato coperto adiacente.

Il progetto, elaborato dagli architetti Nicola Di Dato e Maria Wancolle, fondatori dello studio, che si sono avvalsi della collaborazione, per l’aspetto contabile e per quello strutturale, dell’architetto Gabriele D’Angelo e dell’ingegner Biagio Sciscio, si è distinto, a parere della Giuria, per la capacità di ridefinire lo spazio pubblico con l’inserimento di un’innovativa quinta prospettica a “facciata aperta”. Ne deriva uno spazio d’identità tipico della “piazza all’italiana”, capace di racchiudere al suo interno diverse funzioni distribuite sui tre livelli dell’edificio affacciato sullo spazio antistante. I profili e le forme ricordano l’architettura tipica locale, al cui interno si inserisce il ricorso a materiali innovativi e l’utilizzo di lastre riflettenti. Queste ultime, alternate a un sistema di vuoti e di trasparenze, creano una serie di effetti cangianti, dando gradevolezza e forza di aggregazione all’invaso.

Si tratta di una soluzione originale, capace di creare un vivace effetto scenico e prospettico e di dare vita a un punto d’interesse totalmente rinnovato. La nuova sistemazione rende la piazza centro collettivo urbano del vivere contemporaneo, comprendendo nuovi luoghi d’incontro, il mercato, spazi espositivi, punti di affaccio.

Il progetto

L’idea prevede un sistema in grado di porsi in relazione con la città consolidata, uno spazio urbano che riesca a unire in un unico polo le aree frammentate di Piazza Cappelli, Piazza Calabria e Monumento ai caduti. Partendo dalla necessità di dare identità alla piazza, si è cercato di ridare nuova luce alla fontana storica e di attrezzare l’area in funzione dei diversi usi che prevede lo spazio pubblico.

Il progetto vuole creare, sia con la pavimentazione che con gli elementi d’arredo, una vera e propria “cerniera urbana” tra le diverse zone della città. Lo spazio di Piazza Calabria attualmente adibito a mercato coperto si presenta in un grave stato di degrado strutturale che ne inibisce l’utilizzo. Non trattandosi di un edificio dal particolare pregio storico e architettonico, d2w studio, ne ha ipotizzato la riqualificazione attraverso l’abbattimento e la ricostruzione.

Il nuovo mercato

Il nuovo mercato si svilupperà su tre livelli, così da sfruttare l’altezza del muro adiacente e nascondere l’edificio privato retrostante. I primi due piani permetteranno di guadagnare quasi il doppio della superficie su cui si estende l’attuale mercato e saranno adibiti a funzioni commerciali o ad altre attività da svolgere al coperto. Sull’ultimo livello si aprirà la terrazza belvedere e la facciata diventerà una vera e propria quinta della piazza. 

Quest’ultima presenta attualmente una certa qualità architettonica solo su due lati, grazie al muro di pietra con la fontana e al Palazzo Matarazzo sullo sfondo. L’intenzione è di ridare a questo spazio il pregio architettonico tipico della vera “piazza italiana”, quella circondata su quattro lati da elementi caratterizzanti.

La facciata e gli specchi

La nuova struttura si comporrà di una facciata che “rispecchierà” le architetture storiche del luogo: le abitazioni tipiche del centro storico, gli edifici d’epoca e le strutture razionaliste presenti, come la Casa Comunale. L’elemento verticale presenterà delle aperture e delle forme che si rifaranno a quelle tipiche dell’area, con la linearità e la semplicità che le caratterizza. Questi varchi consentiranno allo spazio esterno di relazionarsi con la piazza, favorendone l’introspezione e la vista del paesaggio.

La facciata sarà caratterizzata da elementi riflettenti di forma regolare quadrata, che rispecchieranno in maniera frammentata i vari particolari degli altri elementi presenti: le mura, la fondana, il Palazzo, gli alberi, ma soprattutto i cittadini che vivranno quell’ambiente urbano. Gli specchi consentiranno di avere una percezione più profonda dello spazio e alleggeriranno la facciata, suscitando la sensazione di trovarsi davanti a delle piccole forature.

L’area

L’intera area sarà concepita come uno spazio flessibile. Dal mercato alle due piazze che presentano un disegno a reticolo saranno predisposti degli incastri in acciaio per alloggiare strutture temporanee da utilizzare per funzioni commerciali, culturali e artistiche. Il reticolo sarà definito da listelli in pietra chiara (pietra di Apricena), mentre all’interno si utilizzeranno lastre regolari di pietra lavica. Questa scelta permetterà di avere una continuità cromatica con le mura in pietra, così da esaltare gli elementi che caratterizzeranno la piazza anche grazie agli allineamenti evidenziati dalle fasce di colore più chiaro.

La nuova area, così concepita, vanterà continuità e integrazione funzionale ed estetica degli spazi, oltre che identità ed elevata qualità architettonica. Favorirà l’incontro e la socializzazione dei cittadini e rafforzerà l’identità del luogo, donando al centro storico uno spazio rinnovato e versatile, una vera “piazza italiana”. 

d2w studio

d2w studio nasce nel 2009 dopo l’incontro di Nicola Di Dato e Maria Wancolle, due giovani architetti che hanno seguito percorsi formativi differenti ma paralleli. Ad unirli c’è da sempre la grande passione per l’architettura che è alla base del loro lavoro, impostato come vero e proprio “laboratorio di idee” con l’obiettivo di dare vita a un network impegnato in progetti e collaborazioni in Italia e all’estero. La filosofia dello studio vuole allontanarsi da ogni logica formalista e da ogni ricerca estetizzante: in ogni progetto l’architettura deve riferirsi prima di tutto al contesto e perseguire il “piacere del luogo” con sensibilità e specificità, creando quell’unicità tipica dell’HIC ET NUNC.

Lo studio, con sede a Sant’Arsenio, in provincia di Salerno, si muove dalla progettazione di interni fino ad interventi di carattere urbano, da scenografie e allestimenti al design. A tutti questi impegni si affianca una partecipazione attiva e costante a concorsi internazionali di progettazione, alcuni dei quali sono stati fonte di orgogliose vittorie per lo studio. È il caso della riqualificazione del centro storico di San Basile (CS), in fase di esecuzione, e la realizzazione del nuovo Auditorium, completato, del Riuso dei buchi neri, di Sannio 2011 e di altri riconoscimenti e menzioni d’onore. 

Informazioni

www.d2wstudio.com

pubblicato in data:

, ,