Albo dei commissari di gara: Cantone ne rinvia l'avvio di altri 90 giorni

Slitta al 14 luglio l'operatività dell'Albo dei commissari di gara. Il differimento è stato comunicato dal presidente dell'Anac, Raffaele Cantone. . Il motivo del differimento va ricercato nella necessaria entrata in vigore di una disposizione che sarebbe inserita nello "Sblocca cantieri".

L'Authority - il comunicato del presidente lo sottolinea - ha già adottato in modo completo la disciplina di riferimento, mediante l'adozione delle previste linee guida, e ha predisposto il sistema informatico per l'iscrizione all'Albo, già attivo dal 10 settembre 2018, attraverso il quale sarà possibile estrarre i nominativi degli esperti  che andranno a formare le commissioni giudicatrici. 

«L'Autorità, rilevato tuttavia che, dalle notizie apprese, nell'emanando decreto legge cosiddetto "Sblocca cantieri" sarebbe presente la norma suggerita dall'Autorità stessa per consentire l'avvio dell'Albo dei Commissari e che è quindi necessario attendere l'emanazione del decreto e la sua conversione in legge al fine di poter verificare le modalità con cui dovrà essere avviato il predetto Albo, dispone il rinvio per ulteriori novanta giorni, a decorrere dal 15 aprile p.v., della piena operatività dell'Albo e del superamento del summenzionato periodo transitorio».

Il comunicato del presidente Cantone del 10 aprile 2019

La disposizione dello "Sblocca cantieri"

Il comunicato fa riferimento allo "Sblocca cantieri", l'ormai noto decreto legge che dovrebbe approdare a breve in Gazzetta ufficiale. Dalle bozze circolate risulta che il decreto avrebbe recepito la richiesta di modifica al Codice avanzata dal presidente dell'Anac lo scorso gennaio e indirizzata a Governo e Parlamento.

Cantone aveva sollecitato un intervento affinché potesse essere governata una situazione che prevedeva si sarebbe verificata all'attivazione dell'Albo nazionale dei commissari di gara: ossia che le stazioni appaltanti potessero scontrarsi con casi di indisponibilità o insufficiente presenza di esperti iscritti.

A tal fine l'Authority aveva suggerito l'inserimento di un nuovo comma all'articolo 77 del Codice dei contatti: «In caso di indisponibilità o di disponibilità insufficiente di esperti iscritti nella sezione ordinaria dell'Albo ai fini della compilazione della lista di cui al comma 3, la commissione è nominata, anche solo parzialmente, dall'organo della stazione appaltante competente ad effettuare la scelta del soggetto affidatario del contratto, secondo regole di competenza e trasparenza preventivamente individuate da ciascuna stazione appaltante». (Per maggiori dettagli si rinvia all'articolo Albo dei commissari di gara: Cantone scrive a Governo e Parlamento per una «modifica urgente» al Codice). 

di Mariagrazia Barletta

© RIPRODUZIONE RISERVATA

pubblicato in data: