Al team dell’Università di Berlino, il primo Premio Schindler Award 2012

È andato ai tre studenti della Technische Universität di Berlino (TU Berlin) il primo premio del concorso di architettura Schindler Award 2012. Il concorso, a cadenza biennale, sponsorizzato dall’omonimo gruppo svizzero degli ascensori e scale mobili, invita i giovani architetti di tutta Europa a progettare spazi urbani senza barriere. Nella categoria “Università” si è classificata al primo posto quella belga di Sint-Lucas a Gand.

Le dieci nomination rappresentano una selezione fatta su 113 progetti presentati da oltre 1.100 studenti, singoli o team, iscritti alle facoltà di architettura di tutta Europa. La premiazione ufficiale si è svolta il 7 dicembre scorso al Paul Klee Museum di Berna, in Svizzera.

Gli studenti di architettura Christopher Ruhri, Thomas Buser e Stefan Gant della TU Berlin in Germania, hanno vinto nella categoria riservata agli studenti. Il secondo classificato è il team composto da Mauritius Pauli, Tobias Schmitt e Jan Blifernez, sempre della TU Berlin, seguito da un team dell’Università di Lund, in Svezia. Nella categoria “Università”, il primo premio è stato assegnato all’Università Sint-Lucas, in Belgio, che ha vinto un fondo per la ricerca di €25.000 per il sostegno che la facoltà di architettura ha dato allo Schindler Award e per aver integrato il tema dell’accessibilità nei propri piani di studio.

Il progetto vincitore

Il compito

Berna, la pittoresca capitale svizzera, ha fatto da scenario all’edizione 2012 dello Schindler Award. Ai partecipanti è stato chiesto di presentare proposte per rivitalizzare l’area attorno alla Schützenmatt e migliorare il modo in cui questa si collega ai quartieri adiacenti e al paesaggio verdeggiante del fiume Aar. Il mix unico di elementi che caratterizzano il sito ne ha fatto un terreno di prova ideale per le finalità del concorso: migliorare l’accessibilità per tutti e creare un ambiente urbano in grado di rispondere alle esigenze dei suoi abitanti. Gli studenti sono stati chiamati a ripensare lo spazio pubblico e a integrare nei loro progetti le idee di ristrutturazione urbana, incorporando, anziché escludendo, gruppi di culture diverse stabilitisi nell’area.

Schindler Award

è un concorso biennale che incoraggia i giovani architetti a creare spazi inclusivi e accessibili a tutti, indipendentemente da età, stato sociale o capacità motorie. L’iniziativa è stata promossa per la prima volta nel 2003 e da allora ha motivato le scuole di architettura di tutta Europa ad integrare il tema dell’accessibilità nei propri piani di studio e, tramite i suoi premi, ha finanziato la ricerca e le iniziative volte a diffondere la cultura dell’accessibilità. Il concorso è presieduto da una giuria di esperti costituita da architetti, urbanisti e specialisti delle disabilità.

Tutte le info e le immagini del progetto vincitore suwww.schindler.com/award

pubblicato in data:

,