L’ufficio che vorrei, il progetto vincitore

vincitore il progetto "Float"

Float” di Valentina Diara (Reggio Calabria) e William Di Tommaso (Roma), entrambi laureati presso la Sapienza di Roma in Disegno industriale, è il progetto vincitore del Premio di Beta Steel srl – Divisione Arredo & Design incentrato sul tema dell’arredo per ufficio.

Il Premio era rivolto a giovani architetti italiani, a professionisti nell’ambito del design e agli iscritti alle facoltà universitarie di architettura e alle scuole di design italiane. “L’ufficio che vorrei” era il tema del concorso bandito da Beta Steel, azienda del Gruppo Boschetti di Montecchio Maggiore (VI) che produce arredamenti in metallo per l’ufficio. Un titolo originale scelto per stimolare la creatività nella progettualità in un ambito spesso troppo uguale a se stesso, imperniato sulla ricerca di nuove forme per gli elementi dell’ufficio. I temi progettuali erano in particolare: una cassettiera, una libreria componibile ed un armadio in metallo.

La giuria ha privilegiato l’originalità unita alla fattibilità sul piano dell’industrializzazione, tenendo conto di diversi fattori: premiare la progettazione di un ambiente ufficio funzionale alle necessità del lavoro di tutti i giorni, favorire al contempo una reinterpretazione spigliata e razionale degli spazi e della funzionalità dei singoli elementi, dare riconoscimento ad accorgimenti tecnici ed estetici anche inediti.

Così i giurati (i titolari di Beta Steel Luca e Stefano Boschetti, Stefania Zorzan responsabile marketing, Andrew Boffa presidente G.A.T. Associazione Giovani Architetti Torino e coordinatore Gi.Arch. Il coordinamento Nazionale Associazioni Giovani Architetti Italiane, unitamente all’amministratore delegato di una delle aziende del settore del mobile per ufficio cliente di Beta Steel) hanno attribuito il premio al progetto “Float“.

Targhe di merito andranno per il progetto cassettiera e armadio a “Dulce” di Filippo Manbretti e a “CrazyFlex” di Gloria Chindamo ed Elena Marchesoni. Per il progetto “libreria”: segnalazione e targa per “Dulce” di Filippo Manbretti e per “Plié” di Francesca Carella e Giulia Magarelli.

“Float” di Valentina Diara e William Di Tommaso

web www.betasteel.it/info/concorso-ufficio-che-vorrei/it

pubblicato in data: