Ospedali in Africa di Tamassociati ed Emergency primi al Curry Stone Design Prize

Lo studio di architettura Tamassociati si aggiudica la sesta edizione del Curry Stone Design Prize insieme agli studi Hunnarshala (Bhuj, India) e Proximity Designs (Yangon, Myanmar).

Nella convinzione che i progettisti possano essere una risorsa fondamentale per migliorare le condizioni di vita su scala globale, il Curry Stone Design Prize dà riconoscimento ai progetti di impatto sociale ed ai professionisti socialmente impegnati, premiando l’influenza e la forza della progettazione come mezzo per migliorare la vita delle comunità. 

Tamassociati riceve il premio per le sue realizzazioni in Africa commissionate dalla ong Emergency. Una collaborazione e fusione di intenti che ha portato a grandi risultati. Da una parte le esigenze e la filosofia della committenza basate sul diritto universale alla salute, tradotte in una richiesta semplice ma ambiziosa: dar vita a ospedali che incontrino – o superino – gli standard occidentali nel rispetto delle tradizioni locali. Dall’altra il pieno accoglimento di tali propositi da parte di Tamassociati, che li ha tradotti in realtà. 

Sono nate 5 strutture ospedaliere di grande avanguardia, pensate con particolare attenzione ai temi della sostenibilità ambientale (tanto nella fase costruttiva, quanto in quelle del funzionamento e del mantenimento), della progettazione partecipata, coinvolgendo e formando manodopera locale e utilizzando materiali e conoscenze del luogo, e dando dignità ai pazienti, gran parte dei quali ha vissuto la propria vita in zone di conflitti armati, carestie e profonda povertà.

Le 5 realizzazioni di Tamassociati (vedi schede di progetto), nate dalla lunga collaborazione con la ong Emergency, sono il centro di assistenza pediatrica a Port Sudan (Sudan), l’ospedale Salam a Khartoum (Sudan), il centro pediatrico a Bangui (Repubblica Centrafricana) il centro pediatrico a Nyala in Darfur (Sudan) e il centro chirurgico in Sierra Leone

Centro di assistenza pediatrica a Port Sudan (Sudan)

Due di queste opere sono premiate per la seconda volta. Il Paediatric Centre di Port Sudan ha ottenuto a fine ottobre 2013 la prestigiosa Medaglia d’Oro Giancarlo Ius, destinata all’opera di architettura che, nel mondo, è risultata la più innovativa e sostenibile sotto il profilo del risparmio energetico e dell’utilizzo delle energie rinnovabili. L’ospedale Salam a Khartoum, a settembre è stato insignito dell’Aga Khan Award for Architecture 2013, scalzando più di 400 candidature provenienti da tutto il mondo, per i metodi di ideazione e costruzione, per l’uso migliore e sostenibile delle risorse e per l’impatto eco-sociale su tutta l’area circostante vasta ben 10 milioni di km quadrati.

Ospedale Salam a Khartoum (Sudan)

Centro pediatrico a Nyala in Darfur (Sudan)

«La decennale collaborazione ha portato – ha affermato la giuria – ad un modello liberamente replicabile, ad un’alta qualità dell’assistenza sanitaria e a strutture educative in Sudan, Sierra Leone, nella Repubblica Centrafricana, in Iraq e in Afghanistan. Insieme, Tam ed Emergency hanno costruito ospedali in Africa dove sono stati curati più di 700.000 pazienti. Tra questi, il Salam Centre a Khartoum, in Sudan, è l’unico ospedale che offre visite cardiache specializzate gratuitamente».

«La costruzione di avamposti sanitari in queste aree, in grado di fornire assistenza medica gratuita ai pazienti, è di per sé una rivoluzione concettuale – affermano i Tamassociati. L’ospedale diviene, già in fase di concepimento, un soggetto politico attraverso il quale rivendicare il diritto alla dignità, alla salute, alla vita, all’ambiente, alla bellezza». 

Per approfondire: www.tamassociati.org | currystonedesignprize.com 

pubblicato in data:

, , ,