Un edificio per la “Notte della “Taranta”

risultato di concorso

L’associazione culturale archiStart, con il patrocinio del Comune di Melpignano (LE), comunica i risultati del concorso internazionale di idee “Taranta Power Station”. Studenti e neolaureati hanno affrontato il tema della progettazione di un edificio multifunzionale dove accogliere spazi di servizio per l’evento della “Notte della Taranta” e spazi didattici e museali per la destagionalizzazione della rassegna.

Coinvolti più di 500 giovani da tutto il mondo. 92 gli elaborati giunti alla fase finale della competizione (65 dall’Italia e 10 dal resto d’Europa, 12 dall’America e 5 dall’Asia) con proposte originali ed approcci tra loro differenti.

La giuria  – composta dagli architetti Alfredo Foresta, Toti Semerano e Simona Serafino, dall’assessore alle politiche giovanili del Comune di Lecce, l’ing. Alessandro Delli Noci e dal professore Giuseppe Schiavone già presidente dell’osservatorio urbanistico Teknè – ha dichiarato vincitore il gruppo PIQUADRO, composto da quattro giovani studenti del Politecnico di Bari, Maura Pinto, Sonia Paciolla, Francesca Papa, Piervito Pirulli.

Al secondo posto ex-aequo gli studenti Erasmus in Italia, Nimitchai Amornprasertsri, Prap Chaiwattana del gruppo ZARIAN.

L’altro secondo posto è stato conquistato dal gruppo PH2 formato da Claudio Bambagioni, Valentina Aloe del Politecnico di Milano. 

I progetti vincitori si sono distinti per la capacità dei gruppi di leggere il territorio attraverso l’ideazione di un edificio che migliora la fruizione dell’area e valorizza l’evento della “Notte della Taranta”. Le idee proposte costituiscono un valore aggiunto per l’area di riferimento e presentano un carattere di effettiva fattibilità.

Sono state assegnate anche otto menzioni d’onore a quei progetti che hanno saputo ben interpretare il bando e hanno suscitato nella giuria interesse e apprezzamento.

+ Infowww.archistart.it


ArchiStart

è un’associazione no profit che nasce dall’idea di tre giovani neolaureati e incoraggia la sperimentazione, la crescita e la visibilità dei giovani progettisti che si esprimono attraverso concorsi di idee. A ciò si aggiunge la creazione di una piattaforma a servizio della pubblica amministrazione per l’individuazione e l’approfondimento di tematiche di carattere urbanistico e architettonico non inserite nella programmazione territoriale.

pubblicato in data:

,