Promopaglia premia Samuel Quagliotto: è lui il vincitore del concorso di idee “La Casa delle Associazioni”

Si chiama Samuel Quagliotto il vincitore del concorso di idee riservato agli under 30 lanciato da Promopaglia La Casa delle Associazioni progettata in legno e paglia. Ai partecipanti è stato richiesto di progettare un edificio adibito a luogo di riunioni, incontri e manifestazioni utilizzando la tecnica costruttiva di legno e paglia.

Casa delle Associazioni | Samuel Quagliotto

Il progetto vincitore si muove dalla volontà di investigare e sperimentare il disegno del muro in paglia che, con la sua massa e il suo carattere materico, non definisce solo l’esterno, ma riesce ad arricchire in modo imponente anche l’ambiente interno, composto da una sequenza di ambiti.

Gli spazi sono allestiti in maniera tale da consentire lo svolgimento di molteplici attività, dalla lettura su una poltrona alla scrittura vicino alla finestra, fino all’incontro intorno a un tavolo. La pianta vuole suggerire questo racconto. La linea del muro definisce i diversi ambiti e permette all’architettura di abbracciare e suggerire un’azione, plasmandosi in base al corpo umano.

 

Anche la finestra, insieme al muro, costituisce un importante elemento nell’edificio. Con la parete, infatti, svela le qualità di un organismo architettonico, suggerisce di guardare il paesaggio, incorniciandolo come se fosse un dipinto, e porta la luce all’interno dello spazio. È “finestra arredata” a cui faceva riferimento Gio Ponti, ma che esaltavano anche Louis Kahn e Le Corbusier.

La paglia

La paglia viene così finalmente vista come un elemento in grado di sostenere dibattiti sui temi dell’architettura. Grazie alla sua leggerezza, permette l’autocostruzione del padiglione, che può essere eretto da un semplice gruppo di amici o, addirittura, da bambini. 

Questa caratteristica è particolarmente importante, perché il fatto di poter costruire qualcosa direttamente con le proprie mani dona all’oggetto un inestimabile valore aggiunto.

Il progetto è composto da una struttura in legno, una tamponatura e una copertura in paglia, tutti elementi che la rendono perfettamente adeguata a sopportare le sollecitazioni legate a un sisma. La considerazione porta a immaginare l’applicazione del sistema strutturale in zone frequentemente colpite da terremoti, spingendo a un’esplorazione più approfondita del muro in paglia e delle ricerche sviluppate su di esso, fino ad oggi.

atelier QUAGLIOTTO

Lo studio atelier QUAGLIOTTO è situato a Latina ed è stato fondato nel 2014 dall’architetto Samuel Quagliotto. 

Il lavoro del team si basa su una progettazione orientata verso la ricerca, tanto dei materiali costruttivi quanto della storia e della tradizione, strada da seguire per migliorare il fare architettura.

Lo studio partecipa a concorsi e si impegna per la realizzazione di richieste provenienti da clienti privati. L’attenzione va dalla stanza all’edificio intero, dallo spazio pubblico dalla scala urbana. I lavori vengono affrontati con tutti gli strumenti a disposizione della professione: disegni a mano, modelli fisici, immagini fotorealistiche e tutto quello che può contribuire a trasmettere l’idea.

Maggiori informazioni: www.atelierquagliotto.com

pubblicato in data:

,